Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

I poker players hanno poca pazienza durante la registrazione, le room lente perdono clienti

“Le procedure di verifica di identità, di registrazione ai siti e di login stanno diventando una parte sempre più importante nell‘impresa mondiale dell’eGaming. Tuttavia tempi eccessivamente lunghi potrebbero generare danni enormi alle imprese di gioco che rischiano di perdere migliaia di consumatori proprio per la poca pazienza di questo tipo di utenti davanti al pc”.Lo assicura Nick Mostershaw direttore della sezione identità e frodi di Experian, una società che ha effettuato una ricerca impostata proprio su questa particolare relazione tra tempi e pazienza dell’utente web. “Abbiamo capito che questo tipo di utenti è meno paziente rispetto ad altri ed è quindi di vitale importanza che le imprese di gioco si assicurino processi di transazione e registrazione il più veloci possibili”.
I tempi medi si aggirerebbero sui 4 minuti e, nonostante i grinder abbiano una pazienza infinita per giocare online tantissime ore, sembra non riescano a resistere ad aspettare le procedure e nascano molto difficoltà proprio per questo. Differente il discorso per chi si occupa di assicurazioni o di mutui che non sembrano avere problemi ad aspettare più a lungo per espletare le funzioni e i documenti online: la soglia cresce sui 9-10 minuti.
Un problema da non sottovalutare per gli operatori e le poker room online.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.