Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
negreanu_20romney

I poker players Usa stanno con Obama: Negreanu e Brunson scatenati su Twitter

Sono senz’altro i due personaggi più importanti e più esposti anche alla società civile. E Doyle Brunson e Daniel Negreanu non hanno mancato di far passare per Twitter, ormai la loro casa, i sentimenti e le preferenze per questa campagna elettorale che vede contrapposto il Democratico e presidente uscente Barack Obama e il Repubblicano mormone, Mitt Romney.

E Obama sarà senz’altro grato ai due super campioni americani che stanno remando dalla sua parte.

Danielino Negreanu ha postato un video che ha scatenato la discussione dei suoi followers. Un’intervista che ritrae il mormone convinto Romney agitarsi mentre spiega le ragioni del suo ‘credo’. Una religione che impone una serie di comportamenti. Tra questi il divieto al gioco d’azzardo che il mormonismo vieta in tutte le sue forme, anche se consente la poligamia.

Facile capire come, in relazione alla regolamentazione del poker online in America, i players più esperti e legati agli interessi delle room internet. Del resto i Repubblicani hanno già preparato dei documenti dove il gioco online verrà limitato, o meglio, totalmente ignorato. Di sicuro non sarà nei piani di Romney che ha ricevuto già diversi finanziamenti dal magnate Sheldon Adelson, il proprietario e costruttore del The Venetian di Las Vegas e di Macao, quello che costruirà la Sin City d’Europa in Spagna. Soldi per tutelare il suo business ma anche per impedire lo sviluppo del gaming online che crede dannosissimo per quello ‘terrestre’.

negreanu romney

Così Negreanu crede che Romney non sia un buon presidente e che si agiti un po’ troppo quando parla di mormonismo.

Mentre Doyle Brunson è convinto che Obama vincerà, lo sosterrà e ribadisce che non supporterà mai Romney per le sue idee decisamente più libertarie di quelle del candidato imbavagliato dal credo mormone.

Un bel peso quello degli appassionati di poker nel voto americano. Di sicuro meglio averli dalla propria parte.

doyle

Tuttavia Obama dovrà spingere, qualora venisse eletto, per una regolamentazione federale o, comunque, aprendo alla discussione quanto meno a livello interstatale. In una legislatura il poker online ha subito solo il Black Friday che è l’applicazione dell‘Uigea varata a fine 2006 dal presidente George W. Bush e qualche spiraglio ma a livello statale. Di fatto Obama di gioco non ha quasi mai parlato. Nonostante tutto ha ancora l’appoggio dei pokeristi. Forse è la last chance per lui. Run it twice ma è necessario fare di più, andare oltre. Forward, insomma.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.