Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

I ristoranti Hooters, dalle ‘tette’ al boom del poker online

Hooters sta per ‘gufo’ ma anche per ‘ragazze dal seno prominente’ e da qualche tempo sta anche per poker online. La catena di ristoranti che portano questo nome e reclutano solo bellissime ragazze come cameriere, sta puntando molto sul poker online offerto in maniera ‘free’ nello stato dell’Illinois.
Il tutto è partito dal sito social Hooters che commercializza prodotti e ovviamente pubblicizza le location dei ristoranti negli stati americani in cui la catena ha piazzato i suoi punti. E proprio tramite il poker riesce sempre di più a fidelizzare i suoi clienti. Non solo punti e visibilità social come accade per altri poker online ‘free’, ma anche premi interessantissimi che attirano la curiosità dei clienti dei ristoranti e anche di quelli potenziali. In palio buoni regalo per gadget, per cene, abbigliamento legato al poker e anche buy in per eventi live come l’Heartland Poker Tour.
“Hooters è uno dei marchi più noti al mondo e la risposta al lancio del sito play moneyu è stata pazzesca”, ha assicurato una portavoce di Amber Gaming, la società che ha fornito il software. Il sito, per il momento, è accessibbile solo per i residenti dell’illinois ma il progetto è tanto semplice quanto efficace e sarà riprodotto sicuramente. Non solo da Hooters, ovvio.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.