Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il Casinò di Sanremo: “Baro interdetto e giocatori risarciti, nessuna scorrettezza da parte nostra”

“La Casa da Gioco, da sempre, ha come suo obiettivo primario quello di assicurare la massima trasparenza, sicurezza e controllo delle sale e di far rispettare dai clienti la normativa vigente ed i regolamenti dei giochi esercitati ivi compreso il Poker Cash Game”. Lo precisa il Casinò di Sanremo in relazione alle dichiarazioni rilasciate da un cliente in merito ad un episodio di scorrettezza posto in essere da un giocatore nel corso di una partita di Cash Game.

Truffa al poker cash game, ecco il racconto del player che ha sgominato il baro

“Il sistema di controllo è assicurato da 400 telecamere nonché dal personale interno, coadiuvato dai controllori comunali. Detto sistema integrato garantisce un presidio costantemente presente in ogni area di gioco. Non appena viene riscontrata o viene segnalata un’anomalia la casa da Gioco attiva immediatamente gli accertamenti, isola ed allontana dalle sale i giocatori che non rispettano i regolamenti di gioco e provvede alla denuncia all’Autorità Giudiziaria, qualora ne sussistano i presupposti di legge.

Gli addetti preposti ai controlli prestano la massima attenzione alle segnalazioni di scorrettezze nel gioco ricevute da altri clienti.

Coerentemente a tale preciso protocollo, anche nell’episodio segnalato dal signor Giuseppe Lucania, la sicurezza interna è intervenuta, ha accertato il comportamento scorretto del giocatore , ha recuperato il denaro i gettoni in suo possesso, ha chiesto l’intervento del 113. Al termine dell’intervento, il giocatore scorretto è stato allontanato ed interdetto dall’accesso alla Casa da Gioco.

I pokeristi presenti a quel tavolo sono stati immediatamente risarciti di quanto hanno affermato di aver perso nella partita viziata, mediante il denaro recuperato al giocatore scorretto al quale si è aggiunta una integrazione da parte della Casinò spa applicando le procedure previste per i pagamenti di opportunità, recependo integralmente le richieste dei giocatori presenti al tavolo in questione.

Al termine delle procedure di risarcimento i clienti danneggiati, tra cui anche il signor Lucania, hanno dichiarato al personale della casa da Gioco di non aver più nulla a pretendere dalla Casinò S.p.A., confermando inoltre agli Agenti della Polizia di Stato intervenuti che non intendevano sporgere querela nei confronti del giocatore scorretto.

Il giorno successivo, aderendo ad una richiesta di incontro da parte del signor Giuseppe Lucania, la Società lo ha ricevuto; nel corso del colloquio ha sono state avanzate ulteriori richieste economiche, ritenute non condivisibili.

Sono quindi state accolte con sorpresa le dichiarazioni del signor Lucania, rilasciate ad organi di stampa ancor prima dell’incontro già concordato, dichiarazioni in cui si formulano valutazioni sull’operato di Casinò spa, che la Società ritiene prive di qualsiasi fondamento e denigratorie.

Casinò S.p.A. si riserva quindi di tutelare nelle sedi meglio viste il proprio buon nome”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.