Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il deputato Gerardo Soglia: ‘Era tutto pronto per il poker live ma ora serve chiarezza per il settore’

“Sembrava tutto pronto e che Aams avrebbe presentato il regolamento e lanciato il bando di gara a gennaio 2013 e invece eccoci arrivati a questa fase di grave incertezza. Il cambio di scenario improvviso del Governo Monti e le prossime elezioni politiche hanno generato confusione a tutti i livelli e alla ripresa delle attività parlamentari presenterò un’interrogazione alla Camera dei Deputati”. Gerardo Soglia, parlamentare della Camera dei Deputati nel gruppo misto Grande Sud PPA fa il punto della situazione sul poker fisico dopo i tanti rinvii, emendamenti e annullamenti di queste ore.

Secondo Soglia era tutto pronto: “Tanto che non ho più presentato l’interrogazione parlamentare che avevo promesso. Credevo che il mercato fosse pronto invece in questo ore in fase di approvazione della legge di stabilità ecco arrivare ulteriori novità e una grande incertezza”.

La politica fa e disfà, non servirebbe ora un intervento per fare chiarezza? “Alla ripresa delle attività a gennaio 2013 presenterò un’interrogazione in Aula per dare ancora più forza ed enfasi al problema. Ripeto, ero convinto che fosse tutto pronto e questi continui ribaltamenti non offrono le necessarie garanzia, ovvio”.

Quali sono le probabili evoluzioni legislative? “C’è la possibilità che il Governo Monti, prima di staccare la linea e avvicinarsi alle elezioni, vari un pacchetto di regole, un decreto omnibus nel quale potrebbero essere presenti tanti interventi tra cui anche qualcosa di poker live”.

Quindi il rischio annullamento che in alcuni oggi hanno paventato dopo la cancellazione degli emendamenti che rinviavano la regolamentazione a giugno 2013, esiste ed è concreto? “Questo ora non lo possiamo sapere. Tuttavia ci sono due considerazioni da fare: che ci dicano cosa vogliono fare una volta per tutte, o sì o no, e poi non è possibile che, liberalizzati ormai tutti i giochi il poker dal vivo resti in fondo al gruppo senza un regolamento e un decreto attuativo”, prosegue Soglia.

Dopo essere uscito ‘allo scoperto’ Soglia è stato al centro di critiche e proposte: “Tanti operatori del poker live mi hanno contattato sia per discutere del rinvio di luglio 2012 sia per presentarmi i dati del settore e devo dire che la situazione è assurda. Un mercato che può offrire tantissimo per l’erario, per gli imprenditori e per i cittadini sotto forma di posti di lavoro. Per questo trovo assurdo che si viva ancora in questo regime di incertezza”.

Per non parlare dell’illegalità diffusa: “A poker già si gioca. E’ possibile giocare privatamente, nessuno vuole colpire la libertà personale, ma esiste un’offerta parallela che va regolamentata soprattutto per proteggere i giocatori, i minori e consentire anche agli operatori e all’erario di ottenere risorse. Inoltre non credo che si vada a ledere la moralità di nessuno dopo aver legalizzato qualsiasi gioco meno che il poker dal vivo”, conclude Gerardo Soglia.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.