Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il player russo Max Lykov riottiene il visto dopo mesi di stop

Cosa c’è più brutto per un rounder che perdere il diritto all’espatrio e allo spostamento lungo tutto il pianeta? Probabilmente nulla e la situazione che sta vivendo il professional poker player russo Max Lykov è assurda. La maggior parte del tempo negli ultimi mesi Lykov l’ha dovuta passare nella sua Russia per evidenti e importanti problemi con le ambasciate locali e internazionali.

Tutto è iniziato lo scorso aprile quando voleva avere un visto per entrare negli Stati Uniti per partecipare alle WSOP. L’ambasciata degli Stati Uniti ha perso il suo passaporto impedendogli così di partecipare alle WSOP e perdere quasi l’intera stagione Ept.Tuttavia riuscirà a risolvere quasi la situazione e partecipare all’ultimo Ept di Sanremo. Pensando che i suoi problemi fossero finalmente risolti, Lykov si è recato all’ambasciata per ottenere un visto per partecipare all’EPT di Praga dello scorso dicembre. Ma presentata la pratica del suo ‘Visa’ si è visto respingere il foglio e gli è stato impedito di lasciare il paese. 
Bloccato in Russia, Lykov non aveva altra scelta visto che poteva solo giocare online visto che il poker live nei casinò e in altre location a Mosca è vietatissimo.

Tuttavia, sembra che le cose stanno migliorando, il giocatore russo si sta preparando a partire per le Bahamas per partecipare al PCA di PokerStars e poi la speranza sarebbe quella di partecipare anche alle tappe Ept di Londra e Berlino.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.