Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il poker è gioco d’abilità e va tassato, il player professionista tedesco accusato si difende: ‘La mia è solo fortuna’

Il poker è un gioco di abilità o di fortuna? La dicotomia che causa problemi e genera discussioni da anni potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio a seconda della prospettiva dalla quale si inquadra un problema.

Pare che in Germania il tribunale fiscale di Colonia abbia fatto pervenire una cartella esattoriale dettagliata ad un giocatore di poker tedesco per le vincite che ha riportato dal 2001 al 2008 e che ammonterebbero a 1 milione di dollari. Ovviamente con lo scopo di tassarle.

L’argomentazione dell’erario tedesco è che, siccome i giocatori di poker professionisti svolgono un’attività commerciale basata più su un’abilità che sulla fortuna, è giusto riconoscere le tasse su questi introiti.

Ed è qui che tutto il percorso che il poker sta facendo in questi anni compie un’inversione di rotta pericolosissima: la tesi del ricorrente è che il suo successo è principalmente basato sulla fortuna e che l’abilità e le capacità di un giocatore non garantiscono una vittoria.

All’inizio di questa settimana un giudice negli Stati Uniti ha stabilito che il poker è un gioco di abilità, mentre un accademico olandese ha appena pubblicato un documento che assicura questo fatto e sdogana ulteriormente questo gioco.

Il verdetto arriverà entro la fine del 2012. Nel frattempo, centinaia di giocatori di poker in Germania si trovano ad affrontare questo problema. Così come è capitato in Francia dove le autorità sono partite dallo stesso principio. Visto che stiamo parlando di professionisti in grado di vincere una certa somma con la quale si danno da vivere allora si tratta di un reddito certo che va tassato.

L’Italia ha solamente affrontato il problema delle vincite all’estero e, la tassazione alla fonte del poker online, sembra già adeguata per non oberare ulteriormente i players italiani.

La battaglia per il riconoscimento del poker come gioco d’abilità può presentare anche questi risvolti della medaglia. Forse le autorità fiscali ora dovrebbero tenere conto anche della varianza che, se nel lungo periodo viene abbattuta, incide comunque sui guadagni e i profitti dei poker players.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.