Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il presidente Arjel si dimette: incertezza sul poker online francese e sulla liquidità internazionale

Il presidente del regolatore francese del gioco online Arjel, Jean François Vilotte lascerà la sua poltrona per accettare un incarico nel settore privato nel mese di gennaio 2014 e le sue dimissioni aprono una serie di dubbi e incertezze sul poker ‘dot fr’ e, purtroppo, anche sui legami con gli altri Paesi membri con cui stava condividendo aperture sulla liquidità condivisa.

Cosa succederà ora? Il prossimo direttore Arjel sarà stimolato e stimolante come Vilotte? In effetti l’azione dell’attuale numero uno Arjel era fortemente vincolata alle richieste di modifica normativa a livello centrale che egli stesso aveva chiesto a gran voce. Dopo tre anni di lavoro lo stesso Vilotte aveva capito che gli obiettivi Arjel non potevano essere raggiunti senza modifiche legislative. Le tasse al 37% sul gross gaming revenue per gli operatori di poker hanno falcidiato le poker room che avevano aperto in gran numero in ambiente ‘dot fr’. Proprio in prospettiva di un lavoro comune con Adm Italia e DgoJ in Spagna, Vilotte aveva invocato un allineamento della tassazione agli altri stati vicini considerando giustamente che un abbassamento delle tasse avrebbe avuto un effetto direttamente proporzionale sui ricavati dell’erario francese.
Ora attesa per capire chi sarà il sostituto di Vilotte e quali saranno i suoi indirizzi. Fermo restando che, come detto, l’Arjel è un authority e che serve un diverso approccio della politica per cambiare le cose oltre le Alpi.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.