Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il Senatore Usa Heller: ‘Fuori legge tutti i giochi online meno che il poker’

In un’intervista al Las Vegas Review Journal il senatore americano del Nevada Dean Heller ha detto che si aspetta l’introduzione di una legge, entro la fine del prossimo mese o comunque prossimamente, per mettere fuori legge tutti i giochi online ad eccezione del poker.

L’obiettivo, secondo Heller, è quello di mettere fine al ‘the wild wild West’ del gambling che sta permettendo ad ogni Stato di operare con i giochi online che competono con i casinò del Nevada. Come effetto dell’ennesima diaspora americana che rischia di abbattersi sul gambling, il poker online potrebbe addirittura uscirne vincitore.
Ma è tutto da approfondire e da seguire nelle prossime settimane visto che il Repubblicano Heller ha anche appoggiato alcuni punti della campagna lanciata a tutto campo dal presidente di Las Vegas Sands, Sheldon Adelson, per difendere i casinò fisici contro il gioco online.”Penso che Adelson abbia sollevato preoccupazioni ragionevoli – ha proseguito Heller sempre al Las Vegas Journal – e continuare con questo selvaggio West potrebbe avere gravi implicazioni sociali per il paese”.
Al fianco di Adelson c’è anche Steve Wynn, un altro pezzo da 90 dei casinò terrestri. Ma va detto che i due hanno contro l’American Gaming Association che, invece, è a favore del gioco online.
E allora perché andare contro la maggioranza che vuole la legge federale completa sul gambling online? “Pensano di fare i soldi e credono di poter competere anche in questo mercato ma non è detto che sia così”, continua Heller.
Il senatore ha lavorato con Harry Reid per ripristinare il Wire Act che ha ripristinato la possibilità di offrire il poker online le lotterie online in Illinois.
E la conferma è che uno spiraglio per il poker online in tutta questa storia potrebbe anche esserci. Anche perché sono ormai 16 gli Stati che stanno considerando una regolamentazione. “Una legge sul poker ha senso perché è un gioco d’abilità e continueremo ad affrontare la questione sperando di trovare una soluzione globale a lungo termine per tutti”.
Poi c’è Caesars Ent. che ha investito tantissimi soldi nel gioco online in Nevada e New Jersey e spera ovviamente di ampliare le attività nell’attesa che altri Stati lo consentano oltre all’approdo ad una legge federale che creerebbe un super network e rilancerebbe il gioco negli Usa. Ma questa possibilità potrebbe riguardare solo il poker online.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.