Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Il successo del The Grand Live di Malta e i programmi del Portomaso

Ottimo risultato per il The Grand Live, torneo che si sta svolgendo a Malta e che fino a poco tempo fa era noto con la sigla Gsop (Grand series of poker). Il buy-in è importante, ovvero 1.100 euro, ma i numeri sono stati comunque ottimi: 255 entries, di cui 160 qualificati online sul circuito Ongame.com. Particolarmente soddisfatto il direttore del casinò Eros Ganzina, che racconta a Gioconews.it le novità del torneo.

Il nome è cambiato, per problemi con il vecchio marchio Gsop, ma “abbiamo messo in piedi un grande live”, spiega Ganzina. “Il torneo ha un buy-in piuttosto alto – 1000+100 euro –, si disputa su un day1 unico, e per motivi organizzativi avevamo il cap a 250 players, ma siamo arrivati a 255, con ovvia waiting list. Non abbiamo fatto pubblicità, perché sapevamo che non avremmo potuto accontentare tutti, ma sta andando molto bene, al di sopra delle aspettative“.

ITALIANI LONTANI DAI PREMI – Fra i partecipanti anche qualche italiano fra cui  Andrea Vinci, Mariano Martiradonna e Riccardo D’Errico. Il migliore è stato Marco Bognanni, pro di EnjoyBet, uscito da corto con A9 contro i soliti assoni ma lontano dai premi.

AD OTTOBRE I CAMPIONATI DI POKER SCANDINAVI – Ma non finisce qui. Ad ottobre (dal 14 al 19) il casinò di Malta ospiterà i campionati di poker svedesi e finlandesi, con buy-in di ammontare diverso e con alcuni eventi aperti a tutti. Sarà sperimentato anche un torneo di poker cinese ‘open face’, la moda del momento.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.