Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
giardina est

Il test del Dna inchioda definitivamente il comandante Usa che truffava al poker cash

Lui continua a negare ma l’esercito americano non scherza e sono arrivati i risultati del test del DNA per tracce trovate dalla polizia scientifica sulle chips contraffatte per facilitare le partite di poker cash game al casinò Horseshoe nell’ovest dell’Iowa.E’ il caso del vice comandante Timothy Giardina che ormai rischia il licenziamento definitivo dopo che, un anno fa, era stato sospeso ma era ancora a libro paga delle truppe americane.
Era stato scoperto a settembre 2013 dopo una serie di indagini e testimonianze dei dipendenti che avevano ormai capito il trucco. Poi il classico balletto del ‘ma io non c’entro nulla, io sono innocente’ e la sospensione dal lavoro.
Adesso sono arrivati i risultati del test del DNA che conferma come in ben tre chips analizzate, Giardina abbia lasciato evidenti tracce di se stesso. Lui continua a dire di aver trovato le chips in bagno e di averle poi giocate al tavolo. Ma stavolta pare che ci sia ben poco anche se l’ex comandante continua a dire di non aver “problemi con il gioco e che è assurdo che nel bel mezzo del mese di giugno si sia svegliato un giorno decidendo di tramutarsi in un criminale che iniziava a barare a poker”. Ma Giardina ha giocato la bellezza di 1096 ore ai tavoli dell’Horseshoe, 15 ore alla settimana, tra dicembre 2011, periodo in cui è arrivato nel suo posto di lavoro in quelle zone, e giugno 2013, quando è stato scoperta la truffa poi uscita sui media a settembre 2013.

GiocoNews

GiocoNews è un portale di informazione che quotidianamente propone una serie di notizie sul gioco online. Grazie ad un accordo siglato nel 2012 Continuationbet propone ai propri utenti le principali notizie legate al gioco del poker online.