Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

In Russia i siti che promuovono il poker saranno disconnessi e non solo oscurati

A 3 anni dalla chiusura dei casinò in Russia, la Suprema Corte nazionale da un’altra spallata enorme al poker e chiudendo stavolta gli spiragli per i tantissimi appassionati di questo gioco online.

A scatenare tutto la causa di un’azienda di telecomunicazioni che aveva perso una causa per aver ospitato degli spazi pubblicitari su siti di gioco d’azzardo. Poi il tutto venne smentito da un tribunale regionale di una città russa. Ma lo scorso 9 ottobre la Suprema Corte ha fatto marcia indietro indicando che i siti che conterranno qualsiasi riferimento al gambling dovranno essere disconnessi e non solo oscurati come avviene in Italia.E la black list ‘rossa’ (o russa che dir si voglia) ha oltrepassato da molto i 1,500 portali.

A rischio i provider che verranno puniti qualora dovessero dare spazio a siti di poker o similari. Tuttavia i players non sono coinvolti nel provvedimento e anche se dovessero essere presi a giocare online non subirebbero alcuna conseguenza a parte veder sfumare in pochi istanti i bankroll presenti nel sito disconnesso.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.