Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Intervista ad Andrew ‘good2cu’ Robl – 2

Hai menzionato una qualità comune a molti giocatori, un “malessere”. Quanto bravo sei a controllare il tuo?

A volte gioco a livelli forse più alti di quanto non sarebbe corretto per il mio equilibrio tra stress e felicità. Suppongo che questo faccia parte del mio malessere – voglio SEMPRE giocare al livello più alto offerto da un dato casinò o una data room. Credo che c’entri tanto con il malessere quanto con l’ego. Ma comunque direi che ho quasi sempre un edge, anche quando rischio molto.

 

Alle superiori eri molto preso dai videogiochi. A che punto le tue aspirazioni si sono trasferite al poker? E quando hai deciso di voler diventare famoso e finire in tv?

Non credo di aver mai desiderato di diventare “famoso”, né di “finire in TV”. Non nemmeno bene da dove salti fuori questa idea. Ho cominciato col poker perché mi sono sempre piaciuti i giochi, e lo trovavo intellettualmente stimolante. Anche il fatto di poter guadagnare dei soldi con un gioco, e non dover vivere con un lavoro standard dalle 9 alle 5, aveva su di me un enorme fascino.

Dopo aver cominciato a vivere di poker mi sono accorto, trovandolo sbagliato, che molti dei giocatori più famosi non sono affatto bravi, e pure vengono ritenuti i migliori del mondo. Mi sembra scorretto, ma col tempo ho capito che è così che funziona, in molti campi. Venir considerati i migliori da persone al di fuori del proprio campo, quindi, non deve diventare il metro di giudizio dei propri stessi risultati.

 

Eri tra i membri originali di  “Ship It Holla Ballas”, un gruppo di giovani giocatori che ostentavano il loro stile di vita eccessivo. Com’era la tua vita all’epoca, e perché la volevi condividere col resto del mondo?

La mia vità è sostanzialmente simile a come lo era allora, tranne che mi piace pensare di essere più maturo. Il motivo per cui l’ho voluta condividere col mondo non mi è del tutto chiaro nemmeno ora. Probabilmente pensavo di essere un gran figo, e volevo che lo pensassero anche quelli che leggevano le mie storie su internet.

Quando poi ha sollevato reazioni così grosse e tanto negative, ho cominciato a mantenerlo per rancore. Una specie di vaffanculo, forse, a tutti quelli che non approvavano quello che facevo. Una cosa tipo “ho fatto tutto l’opposto di quello che la società dice alla gente di fare per avere successo, e guardate che vita ho adesso.” Voglio dire, riflettendoci ora ero owiamente immaturo.

 

Com’è che ti sei unito al team pro di Victory Poker? Che ruolo hai con loro?

Victory Poker appartiene ad uno dei miei migliori amici, che ne è anche il gestore, e la maggior parte dei miei amici sono nel team pro. È stata quindi una decisione davvero facile, ed inoltre credo fortemente nel loro prodotto e nel marchio. Come ruolo, sono un pro sponsorizzato. Supporto e promuovo il marchio.

 

Hai ottenuto successo e fama notevoli ad un’età molto giovane. Quali sono le tue aspirazione future nel mondo del poker?

Cambiano quotidianamente, a seconda di come sto andando. A volte vorrei diventare il miglior giocatore del mondo, a volte fare molti soldi ed usarli per lanciarmi in qualche altra attività.

 

Grazie del tuo tempo Andrew. Chiudiamo con un po’ di domande standard. Qual’è la tua frase o acronimo preferita nel poker?

Ship it, holla :). Scommetto che nessuno se lo aspettava.

 

Se il poker scomparisse del tutto, che altra carriera sceglieresti?

Qualcosa che implichi rischio quotidiano. Probabilmente qualche sorta di commercio.

 

Se fossi condannato a morte, quale sarebbe il tuo ultimo pasto?

Bistecca Kobe e Pinot Nero.

 

Una volta terminata la tua carriera, per cosa ti piacerebbe venire ricordato?

Aver guadagnato molti soldi, essere sempre stato un uomo d’onore e fedele alla mia parola.

 

2/2, fine. Fonte: http://www.pokercurious.com/interviews/view/andrew-good2cu-robl-interview

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.