Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Intervista ad Andrew ‘good2cu’ Robl

I nostri colleghi di Pokercurious hanno recentemente intervistato il pro Andrew ‘good2cu’ Robl. Hanno cominciato parlando del documentario, che lo vede protagonista, From busto to robusto.Vi traduciamo ora, come al solito a pezzi, la conversarzione.

 

Andrew ‘good2cu’ Robl, 23 anni, nato e cresciuto in una piccola cittadina vicino ad East Lansing, nel Michigan. Attualmente vive il suo sogno sulla strip di Las Vegas, gioca a poker a limiti alti sia dal vivo che online, ha partecipato a trasmissioni pokeristiche come Poker After Dark e High Stakes Poker, ed è sponsorizzato da Victory Poker. Pubblicizza prodotti legati al gioco come il PlayerGPS, ed è stato di recente protagonista del documentario From Busto to Robusto.

Come ti senti a vedere la tua stessa vita in un documentario?

Mi sembra una gran cosa. È interessante sentire le persone vicine a me e le loro prospettive sulla mia carriera, dato che non si tratta di argomenti di cui siamo soliti discutere. Mi piace anche l’idea che qualcuno là fuori ritenga la mia vita abbastanza interessante da girarci un documentario.

 

Ti sembra che il documentario fornisca un ritratto corretto della tua vita?

Sì, direi di sì, a parte che non perdo sempre :). È stata davvero una settimana particolarmente pesante dal punto di vista del poker, una delle peggiori di sempre. Per darvi un’idea, la scorsa settimana ho vinto circa $200k. Vincere e perdere cifre folli è una cosa standard per un pro degli high stakes.

 

Il documentario ha causato reazioni diverse nei forum di poker. Ti preoccupava la cosa prima di farlo? Ti importa qualcosa di quello che gli altri pensano del tuo stile di vita?

Beh, è da anni che sui forum di poker dicono di non apprezzare me o il mio stile di vita. Non è che ci pensassi, prima di fare di me stesso una “figura pubblica” su internet, e se potessi tornare indietro nel tempo probabilmente manterrei anonimi i miei nickname. Detto ciò, non è che mi importi molto di quello che pensano di me persone che non ho mai incontrato. Quello su cui cerco di basare la mia autostima e la mia idea di me stesso è quanto rimango fedele ai miei valori, e non quello che persone che non ho mai incontrato dicono di un post sul  mio blog o di una mia apparizione in tv. Mi pare di aver sentito questa frase da qualche parte, È meglio essere amati da pochi che adorati dalle masse.

 

Nel documentario sembra esserci un contrasto tra il tuo dichiarato desiderio di più soldi, più ragazze, più auto, più giocattoli, ed i rispettivi fattori di dipendenza, ed il tuo desiderio di pace e felicità interiore. A che punto sei, in questo momento, nel viaggio verso l’equilibrio?

Credo di essere felice come non mai. Sono circondato da persone interessate ed interessanti, e sveglie, e sono libero di fare ciò che voglio. Sono anche migliorato molto nel non lasciarmi andare ad abitudini negative e “degenerative”, cosa che invece  nel passato mi capitava regolarmente.

 

Hai una ragazza stupenda, Mila. È più vecchia di te ed ha un gran desiderio di mettere su famiglia, cosa che sembra essere in forte contrasto con la tua vita attuale. State ancora assieme? Come risolvete queste differenze?

Ci vediamo ancora, ma siamo molto onesti l’un l’altro sui nostri desideri e sul futuro della nostra relazione. Ad entrambi piace passare del tempo assieme, e rendere l’altro felice. 

 

Il documentario si concentra su una serie di scontri, con perdite significative, contro Mr.X. Chi non ne sa molto potrebbe vederlo come gambling irresponsabile – tu segui delle severe regole di bankroll management o devii a seconda delle sensazioni?

Mi piace pensare che uso il “criterio di kelly”. Fondamentalmente, se so di avere un grosso edge rischio una parte più grossa del mio roll, mentre se l’edge è minore lo sarà anche la quantità di denaro che rischio. A volte, se c’è qualche partita molto grossa che voglio giocare e nella quale credo di avere un edge significativo, vendo una parte di quanto gioco ad altre persone (che non giocano la stessa partita).

Mesi più tardi, come sei messo contro Mr.X.?

Non ci ho più giocato.

1/2, continua. Fonte: http://www.pokercurious.com/interviews/view/andrew-good2cu-robl-interview

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.