Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Isola di Man controtendenza: nuovi posti di lavoro entro il 2013 grazie al poker al gaming online

In controtendenza alla crisi generale il piccolo governo dell’Isola di Man prevede altri 80 posti di lavoro entro il 2013 rispetto al già florido organico che segue il gioco online con focalizzazione ovviamente sul poker visto lo strapotere di una concessionaria come PokerStars e, da qualche mese, anche Full Tilt Poker. La notizia è stata annunciata nell’ultima seduta del mese di gennaio dal ministero dello sviluppo economico dell’isola.

John Shimmin ha detto che il “settore è in rapida crescita” e rappresenta attualmente l’8% del reddito nazionale impiegando circa 800 persone.

Il settore dei giochi online comprende aziende coinvolte nel gambling e nei videogames. Mr Shimmin ha detto: “Siamo in discussione con 15 soggetti e organizzazioni che stanno pensando di trasferirsi sull’Isola . Di queste ben sette sono interessate ad acquisire le licenze di gioco. Se saranno tutte approvate le licenze supereranno il numero di 50”.

I dati del governo recenti fissano in 164 milioni di sterline il contributo all’erario nell’intero anno solare 2012.

L’Isola è ormai conolizzata dagli addetti all’industria del gaming. Solo PokerStars ha invaso gli uffici di un palazzo dell’unica struttura che raccoglie tutti i manager e i tecnici.

Curiose le notizie di fine 2012 che parlavano di un cargo militare atterrato sull’Isola di Man per trasportare da Alderney i server di Full Tilt Poker. Ration Group da qualche settimana ha piazzato ancor più ‘tende’ nella piccola isola grande neanche la metà di Roma.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.