Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
isop_dealer

Isop Dex2 San Marino: oggi il final day con 15 rimasti su circa 400 iscritti

Sono serviti 26 livelli da 40 minuti ciascuno per ridurre il field dei 208 partenti ai soli 15 player sopravvissuti al day2 dell'Isop Dex2 San Marino e che oggi si giocheranno la vittoria e i 23.832 euro della prima moneta nel “DeX”. Alla chiusura delle buste è Giacomo Grossi a chiudere in vetta al chipcount grazie ad uno stack di 4.580.000 chip tallonato da vicino da Alex Manzelli che lo insegue a 3.990.000.
Ancora una volta per il giovane grinder umbro il “Deep Experience” sembra sorridergli visto che proprio nella prima tappa in terra slovena a Nova Gorica aveva centrato un terzo posto prima di lasciare il campo ad Antonio Lin, runner up, e al trionfatore Gianmaria Baroncini.
E' proprio quest'ultimo che invece nella giornata odierna trova poca fortuna dovendo abbandonare la compagnia già dopo pochi livelli. Sorte analoga per alcuni possibili protagonisti come Simone Peri, Roberto “Robys” Sabato e l'apprezzato giornalista di settore Cesare Antonini che per una volta ha deciso di passare dall'altra parte della “barricata”.
 
Qualche livello in più ma niente “in the money” anche per la capitana del Teamflop60 Giuliana Celestini che purtroppo si vede costretta ad alzare bandiera bianca proprio qualche posizione prima del fatidico scoppio della bolla. Eh si, perché il clou del Day2 è stato proprio quando Giancarlo Morri si vede costretto a recitare il ruolo più scomodo in un torneo di poker, quello del “bubble man” per mano di Fabrizio Grasso. Per Giancarlo, comunque, la consolazione arriva dal ticket messo in palio dall'organizzazione per la prossima tappa da disputarsi sempre in quel di Nova Gorica.
 
Tra i 40 certi di un “in the money” certamente è Andrea Malvestiti a permettersi il sorriso più raggiante in virtù del fatto che poche mani prima dello scoppio si era ritrovato con un paio di chip riuscendo con una zampata che ha del miracoloso a quadruplicare lo stack prima di uscire in 32esima piazza.
Il torneo corre via frizzante e gli out continuano a ritmo serrato fino alla chiusura delle buste arrivato in nottata e che domani troverà la giusta conclusione nell'ultimo e decisivo atto.
 
A margine del main event, però, non si può non menzionare il successo di Filippo Etna al side “Saturday Deep Experience” giunto al termine di un testa a testa contro un altro habitué del circuito pokeristico come Matteo “il burbero” Impagliatelli. Per Etna si è trattato di una prima moneta da 2.362 euro, leggermente superiore a quella intascata da Luigino Brandimarte (2.287 euro) che invece si è portato a casa il successo nel “Last Chance”.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.