Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
pastore_20poker_20estesa

Javier Pastore del Psg: ‘Amo il poker e i calciatori italiani sono più appassionati dei francesi’

“Gioco a poker da tantissimo tempo e ho appena comprato un tavolo da installare a casa per giocare con la mia famiglia e gli amici. I compagni di squadra del PSG? No con loro non gioco ma quando ero al Palermo ho potuto giocare contro tantissimi players italiani”.

Javier Pastore, fantasista del Paris Saint Germain ed ex centrocampista del Palermo nella serie A italiana di qualche anno fa, vuota il sacco sulla sua passione per il poker.
Lo ha fatto ad una testata giornalistica francese ed ecco scoprire che i giocatori di calcio italiani sono molto più propensi dei francesi per una partitella a Texas Hold’em. La ‘letteratura’ del settore è ormai piena di casi di questo tipo. Su queste pagine abbiamo intervistato tantissimi calciatori come Totti, Vieri, Bettarini, Di Napoli, Stovini e tanti altri ancora che hanno la passione per il poker come divertimento. In ritiro e in qualche torneo live dal buy in abbordabile sono tanti i campioni che amano provare il brivido del ‘late stage’ come se fossero gli ultimi minuti di una partita di coppa in trasferta.
Ed ecco che anche Pastore fa outing. “Ho iniziato a giocare quando ero adolescente ma con amici e familiari soprattutto. Poi ho iniziato a giocare online ed è una disciplina che amo tantissimo anche se ho rallentato un po’ ultimamente”.
Perché ami il poker? “E’ un gioco molto strategico e ne apprezzo la sottigliezza. Contano molto il valore delle puntate e la posizione al tavolo. Dobbiamo adattarci in continuazione e anche se la fortuna occupa un posto importante si tratta di una disciplina fantastica”.
Pastore è molto onesto quando si parla di somiglianze tra calcio e poker: “Il calcio è uno sport di squadra, il poker individuale. Non ci sono grosse somiglianze, sono due settori totalmente differenti”.
Non vedremo Pastore all’Ept o a Las Vegas per le Wsop come lo scorso anno fece Gerard Piqué del Barcellona: “Non penso di avere le capacità di giocare a questi livelli e soprattutto di avere la pazienza necessaria per stare al tavolo così tante ore”.
Chi gioca a poker dei tuoi compagni del PSG? “Nessuno di loro, almeno per ora. Invece quando ero a Palermo erano tantissimi i giocatori italiani che amavano questo gioco e lì ci siamo divertiti molto. Ora ho questo tavolo da poker in casa e spero di giocare qualche partita con gli amici”, conclude Pastore.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.