Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

John Mc Cain al Washington post: ‘Sì, giocavo a poker, ma a soldi finti!’

“Per quanto mi piaccia ascoltare con grandissima attenzione e costantemente le osservazioni dei miei colleghi, dopo 3 ore e mezza di discussione è possibile che io sia un po’ annoiato. Così ho fatto ricorso al poker. Ma la cosa peggiore è che ho perso migliaia di dollari, ma erano finti!”. La foto che ritrae John Mc Cain intento a giocare al suo iPhone durante la seduta del Senato americano sul conflitto in Siria sta facendo il giro del mondo e il Washington post, il giornale che l’ha pubblicata per primo, lo ha intervistato rapidamente per dargli l’opportunità di chiarire definitivamente la vicenda.

E c’è un particolare interessante che lo stesso Mc Cain vuole evidenziare alla domanda del giornalista che chiedeva se il senatore stesse giocando a soldi veri: “Oh no i lost thousands of face dollars (ho perso migliaia di dollari ma finti, ndr)”.
Intanto se Mc Cain voleva un po’ di pubblicità l’ha ottenuta. Solo in Usa la news è stata trattata da 250 testate online ed è impossibile contare tutte le uscite in tutti i paesi del mondo, dall’Italia a tirar giù.

 

ANCHE I REPUBBLICANI AMANO IL POKER – Rimane l’amaro in bocca per i giocatori americani: tutti amano il poker, persino un senatore del partito Repubblicano, da sempre fermo oppositore della regolamentazione e promotore del proibizionismo con l’Uigea del presidente George W. Bush del 2006 che ha portato, solo 5 anni dopo, al Black Friday del 2011.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.