Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Kitai vince il secondo braccialetto Wsop nel Pot Limit Hold’em: Minieri ottavo

E’ sempre lui, David Kitai a strappare il secondo braccialetto in carriera dopo quello vinto nel 2008 alle World Series Of Poker sempre nel Pot Limit Hold’em e a quello nella formula 6 handed vinto a Cannes lo scorso ottobre.

Non c’è Dario Minieri in vetta all’evento 19 Pot Limit Hold’em da 5.000 dollari ma c’è uno dei migliori performer con 3,3 milioni di dollari vinti in carriera grazie anche al super successo dell’aprile 2012 nell’Ept di Berlino da 712.000 euro di prima moneta.
Si è accquattato sornione nei meandri del chip count per poi colpire come un cobra e scalzare tutti gli avversari uno per uno tra cui Jesse Martin che era chip leader e anche le due scheggie impazzite: Dimitar Danchev e il nostro Dario Minieri.
Il field era sì ristretto (Kitai vince 224.000 dollari) con 195 iscritti ma al final table si sono presentati Minieri, Elky (settimo), Katchalov (quinto= e lo stesso Kitai. Il belga ha costruito la sua fortuna proprio contro Minieri in uno spot che gli ha poi consentito di incrementare uno stack giusto per cominciare ad aggredire. I più forti sono usciti ed ecco che Kitai si sbarazza di Katz in heads up e prima di Bartello e Danchev che alla fine chiude quarto.

 

IL TORNEO DI DARIO MINIERI E LA MANO CONTRO KITAI – Quanto a Dario Minieri ha combattuto come un leone con i soliti saliscendi vertiginosi.
Ad eliminarlo proprio quel Danchev che lo aveva azzoppato il day2. Ma la mano determinante è quella contro Kitai che hero calla al river con Minieri costretto a dichiarare “You win, ten high”, dichiarando appunto un 10 alto.
In quello spot il belga aveva aperto da middle position e Minieri aveva 3bettato a 49.000 chips alla sua sinistra nella posizione immediatamente successiva. Kitai call e check al flop 7-2-A mentre Minieri cbetta 50.000. Chiama Kitai. Un J al turn e i due fanno check. Al river scende un 8 di picche e Kitai attende. Miniri esce 160.000 chips. Il piatto può essere suo. Kitai è ‘in the tank’ e guarda il board e Minieri a caccia di tells. Il pro romano è impassibile. Dario, forse mostrando debolezza a Kitai dopo 3 minuti chiede il tempo. Dieci secondi dopo Kitai chiama e gira la coppia di 9 vincente.

I piazzamenti al final table:

Place Player Country Prize
1 Davidi Kitai Belgium $224,560
2 Cary Katz USA $138,794
3 Vincent Bartello USA $103,628
4 Dimitar Danchev Bulgaria $77,893
5 Eugene Katchalov Ukraine $58,912
6 Kristina Holst USA $44,844
7 Bertrand Grospellier France $34,341
8 Dario Minieri Italy $26,468
9 Chris Johnson USA $20,520

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.