Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

La cultura del poker vincerà su tutto: lasciateci solo fare

Un 34,1% che significa una maggioranza importante seppur in un sondaggio dedicato ai giocatori e realizzato nel nostro nuovo spazio informativo, Gioconewsplayer.it. Ma è un dato molto importante e significativo che, se unito ad altri indici, può darci un’immagine del settore del poker, live e online, decisamente viva, sana e pronta ormai a stabilirsi con solide fondamenta, nella vita sociale del nostro Paese.

Prima di essere ‘bombardati’ dai detrattori di questa disciplina chiediamo qualche riga di spazio per precisare meglio e argomentare questi concetti che, diciamocelo, per chi non è del settore possono suonare come il solito incitamento al ‘giocati e rovinati che ci guadagniamo tutti’.

Assolutamente no. Partiamo dalle presenze degli italiani a Las Vegas. A parte qualche sponsorizzato e quelli che, comunque il ‘giochino’ se lo possono permettere perché un torneo da 10.000 dollari è come un 550 euro per un player ‘normale’, si intravede una popolazione di grinder che, accumulati i soldi e la rake back nel corso dell’anno, è volata alle World Series Of Poker a inseguire il sogno: il braccialetto da campione del mondo che, inconfutabilmente, è un attestato molto importante per chi gioca e lo fa poi di professione. Questi giocatori sono quelli che fino a 2-3 anni fa erano chiusi nello scantinato a giocare, leggere libri, usare software, scambiarsi le esperienze nei live, sui forum e altro ancora. Sono quelli che non avevano, in alcuni dei casi, una vita sociale. Sono quelli che si stanno unendo in una community sempre più ampia. Sono quelli che sono cresciuti.

Ok, è vero, i dati del poker online sono in contrazione anche se sappiamo tutti che la curva del prodotto doveva per forza scendere dopo un boom così spaventoso. E’ vero che l’effetto di un ‘micro clima’ di qualsiasi gioco o mercato porta alla sopravvivenza del più forte e quindi gli squali uccidono i pesciolini di piccola taglia. E’ vero che l’effetto novità sembra calare.

Ma si è creata e radicata una ‘tribù’ di giocatori in grado di vivere di poker davanti ad un pc. Senza scorrazzare nei live di tutto il mondo lo fanno a spese zero, con pochi rischi sempre che non arrivi un downswing tremendo anche se nel lungo periodo, si sa, vince sempre la statistica e trionfano le skills. Si sta creando un settore ben delineato e definito.

Il poker si sta trasformando in una delle possibili vite, in qualcosa di altro rispetto a quello che i suoi detrattori vogliono far credere. Certo abbiamo l’obbligo di non prospettare ai giovani l’idea che il poker è la soluzione a tutto. Come in tutto ci sono attitudini e potenzialità. Ognuno deve capire quanto vale e smettere quando serve. Del resto il ludopate è proprio colui che non riesce a capire e ad individuare questi due limiti.

Questo 34% significa tutto questo e significa che il poker continua ad incuriosire ad affascinare ed è un gioco che sarà di sicuro più longevo di altri. Al 27% del sondaggio troviamo le scommesse. Da tempo predichiamo che sono questi i due veri giochi di abilità e quelli per cui abbiamo sempre speso parole per sponsorizzarne gli sviluppi e il futuro.

Fascino, abilità, romanticismo, costanza, studio, sacrificio, sogno, sono tutte caratteristiche che possiamo trovare solo in questo gioco. Ecco perché è ancora tanto amato a quasi sei anni dal lancio. Ecco perché a Las Vegas ora c’è gente che sa tenere due carte in mano e che sfiora imprese grandiose contro orde di americani che le carte le sanno tenere tra le dita da quando hanno 5 anni.

Lasciateci crescere, lasciateci fare, e per chi si lamenta sempre dei giochi che rovinano le persone, ascoltate un consiglio: sappiate distinguere e dare spazio a quei settori che mettono alla loro base le skills e le capacità intellettive. Magari qualcosa potrebbe cambiare davvero.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.