Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

La Francia porta in tribunale bwin.party e il suo ceo Norbert Teufelberger

Ancora problemi con la Giustizia per il ceo di bwin.party, Norbert Teufelberger. Stavolta è la Francia a volervo ‘ascoltare’ su un caso giuridico avviato nel 2006 e che potrebbe concludersi già a settembre 2013 quando il numero 1 di bwin.party comparirà davanti alla corte per chiarire la posizione della sua ex società con la legge francese.
Lui e il co-ceo Mandred Bodner, vennero trattenuti per tre giorni dalla polizia perché la Française des Jeux e il Pmu, i due monopoli del gaming di Francia, lo denunciarono per aver raccolto gioco sul territorio francese con bwin senza avere la licenza necessaria. Ancora guai per una società che da anni, però, si è allineata con le leggi ottenendo anche la licenza di poker online e scommesse in Francia.
L’accusa naturalmente, si riferisce al periodo antecedente la regolarizzazione del mercato.
Il tutto potrebbe risolversi proprio grazie all’ingresso di bwin.party nel mercato regolamentato. Il gioco francese, già in crisi per un sistema non proprio performante, non può perdere questo colosso del gambling.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.