Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

La poker community non si ferma: Luca Hussein deve tornare a casa

“Non importa quanto sia lungo il cammino, io ti troverò, dovunque tu sia!”. Sono 24 giorni che il popolo del poker è in ansia per la scomparsa di Luca Hussein, fratello di Nazzar, player conosciutissimo nel settore del poker live italiano. Tutti stanno cercando di dare una mano spargendo dappertutto la foto di Luca. Un ragazzo alto, bello, muscoloso, dalla carnagione scura che difficilmente passa inosservato e invece non si vede a casa da 3 settimane e mezzo.

A condurre le ricerche ovviamente le forze dell’ordine che però hanno invitato i familiari a diffondere con quanti mezzi e sforzi possibili la notizia della scomparsa e la foto di Luca. Il fratello Nazzar è instancabile e sta battendo tutti i quartieri romani scoprendo anche tanta solidarietà. E nei posti più impensati dove si crede che la vita sia dannata.
Domani sera ennesima comparsa du Chi l’Ha visto?, il celebre programma di Rai3 che, purtroppo, ha sempre tanto materiale su cui indagare e discutere.
Una scomparsa che nasconde molti dubbi. No news god news? Se da un lato non avere notizie mette ansia e angoscia nei familiari, molte speranze sono ancora aperte.
Per segnalare eventuali avvistamenti si può visitare questo gruppo Facebook: http://www.facebook.com/groups/376343582452470/

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.