Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

La Russia blocca il poker online, l’Europa abbaia ma non morde

E’ vero internet è praticamente impossibile da rinchiudere in degli argini precostituiti da framework legislativi e statali. I mercati regolamentati sono riconosciuti, giusti, equi (almeno nella maggior parte dei casi) ma sono facilmente scavalcabili dai classici principi dell’Europa sulla libera circolazione di merci, persone e capitali. Insomma, il dot com, se si basa con licenze comunitarie tendenzialmente non può rischiare nulla dal punto di vista legale. Ma i rischi che corre in altre legislazioni sono quelli che si sono verificati col Black friday americano e, proprio in questi giorni, con il caso di PokerStars, principale operatore sul mercato russo, che sta per essere bloccato.

La Corte Suprema ha infatti ordinato a Beeline, primo provider del paese, di oscurare definitivamente PokerStars.com. Un intervento senza scampo, l’unico efficace in tema di siti oscurati. Non esistono contromosse, il blocco di questo tipo è radicale.

Mercati floridi quelli esplorati da PokerStars e da altri operatori. Si viaggia a vista col rischio che, da un giorno all’altro, scatti una repressione dura e difficile da ribaltare.

E stavolta, come fu per il Black Friday, risalta agli occhi di noi osservatori, una differenza madornale tra le action di paesi come Usa e Russia (forse abituate ad essere più energiche per genesi storica?) e quello che fa l’Europa.

Insomma in ambiente Ue il dot com è perseguibile o no? I mercati nazionali sono realmente legali? Cosa pensa davvero la Commissione visto che gli unici pareri perentori arrivano in ultimo grado di giudizio cioè alla Corte di Giustizia Europea?

Per questo, sulla scia del caso russo e del futuro incerto in Europa, amiamo citare sempre la battuta di un regolatore danese che nel corso di un convegno disse mettendo il punto su tutti i nostri dubbi: “L’Europa sembra un cane che abbaia sempre ma non morde. Dovrebbe prendere in mano la situazione e definire il gioco online in Europa per difendere gli operatori e i consumatori”. Parole sante.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.