Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
gregmerson

L’allievo e pro di Phil Ivey, Greg Merson, è il campione del mondo di poker 2012

Dopo 12 ore di gioco Greg Merson vince il titolo mondiale Wsop grazie ad un heads up durato appena 17 mani, fino alla 399esima, con un call alquanto bizzarro di Jesse Sylvia. Apre Merson dal bottone per 4 milioni di chips, Sylvia 3betta a 9,5 milioni e Merson manda i resti in 4bet per 69,5 milioni di chips. Sylvia, come sempre, entra ‘into the tank’.
Ci pensa molto, conta e riconta il pot e le sue chips, dice qualcosa a Merson e alla fine mette tutto dentro anche clui con QJ a picche. Showdown tremendo per lui visto che Merson parte avanti con K5 di quadri. Il board è ancora infinluente come tanti ne abbiamo visti in questo final table e turne e river non vedono scendere né la dama né il fante che serve a Sylvia ormai senza speranze e senza progetti al flop.
Greg Merson, l’allievo di Phil Ivey e il primo sponsorizzato dalla Ivey Room, è il campione del mondo del 2012 e ha anche superato Phil Hellmuth nel 2012 WSOP Player of the Year.

Cosa aggiungere dopo questa serie di records infilati uno dopo l’altro? L’avevamo detto che era il nostro preferito anche perché, quando ilgregmerson tavolo si sarebbe accorciato con le prime eliminazioni sarebbe dovuta venire fuori la sua specialità in tornei short handed. Non a caso ha vinto il 10,000 dollari No Limit hOld’em 6-handed per un braccialetto a 1,1 milioni di dollari ma ha centrato un final table nel nuovissimo 4-handed e un altro piazzamento al 6-handed da 3,000 dollari raccogliendo comunque dei premi limitati rispetto a quello che gli spettava.

Tuttavia in questo final table nessuno ha mostrato forza ed edge riuscendo a dominare sugli avversari. Sylvia, che era chip leader, ha vissuto di rendita finendo poi secondo dietro a Merson che è senz’altro il player più dignitoso (ha incassato qualche complimento da Daniel Negreanu nonostante sia l’allievo del suo rivale Ivey) ma visti i suoi risultati poteva chiudere la pratica molto prima giocando proprio sulla debolezza degli avversari.

Non è dispiaciuto a molti Jake Balsiger che però è uscito terzo per quasi 3,8 milioni di chips. C’era chi tifava per lui ma Merson ha eliminato anche questo promettente player dopo averne fatti fuori tanti altri al day1 degli October Nine.

Rimarrà comunque il tavolo più ‘nitty’ e ‘tight’ della storia del main Wsop. Alla fine ci sono volute 399 mani quando nel 2011 il terzo venne eliminato alla 301esima mano e la vittoria di Pius Heinz arrivò al livello 43 1,2/2,4 milioni di chips ma dopo poche mani.

UN PO DI STATS! – Tuttavia il tavolo finale del 2010 al quale partecipò il nostro Filippo Candio e vinto dal canadese Duhamel l’heads up iniziò al livello 40 600000/1200000 ante 200000 e dalla mano 220! Ben 162 mani prima per finire poco dopo e senza arrivare al livello 42 dal quale i due protagonisti del 2012 si giocheranno il titolo mondiale.
Ultima nota statistica: dopo due anni in Canada e Germania, il titolo mondiale Wsop rimane in Usa e a casa di Greg Merson con Phil Ivey che gongola per aver fatto il botto ingaggiandolo prima del final table!

Payout:

1    Greg Merson    8531853 $
2    Jesse Sylvia    5295149 $
3    Jake Balsiger    3799073 $
4    Russell Thomas    2851537 $
5    Jeremy Ausmus    2155313 $
6    Andras Koroknai    1640902 $
7    Michael Esposito    1258040 $
8    Robert Salaburu    $ 971.360
9    Steve Gee    $ 754.798

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.