Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

L’America Gaming Association al Governo Usa: ‘E’ ora di regolamentare il poker online’

L’American Gaming Association ha lanciato un appello al Governo americano: “E’ il momento di agire ora per regolamentare il poker online”. Il mercato americano è il più grande del mondo, ovviamente, e la tempesta si sta scatenando proprio in questi giorni tra proteste, lotte intestine e progetti di legge. La scorsa settimana, infatti le lotterie americane avevano esercitato pressioni su Washington e si erano opposti al disegno di legge sul poker online proposto dai senatori Harry Reid e Jon Kyl.

L’intervento dell’Aga va nel senso opposto e sostiene che la regolamentazione del poker online

“assicurerebbe l’integrità del gioco”. Come al solito il punto di vista dei consumatori è sempre quello più limpido e più equilibrato. I players preferirebbero giocare su un mercato regolamentato mentre le lotterie delgi Stati Uniti difendono i loro interessi così come le case da gioco terrestri che vedono il poker online come una minaccia.

Intanto anche gli Stari singoli continuano a lavorare per la regolamentazione. Il Nevada e il Delaware hanno legalizzato il poker online, mentre i legislatori del New Jersey  stanno facendo passi in questa direzione. Ma tutti stanno spingendo per un regolamento federale che garantirebbe ovviamente una maggiore liquidità e un industry sostenibile.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.