Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
Aria_Casino_Poker_Room_PR

L’Aria Casinò di Las Vegas lancia il primo tavolo da poker Multi Action

La poker room dell’Aria Resort and Casinò di Las Vegas è ormai punto di riferimento nonostante la sala da gioco sia relativamente giovane rispetto ad altri mostri sacri della Strip. E oltre a ospitare la Ivey room e ad aver fatto scandalo per aver accettato ai tavoli Howard Lederer ora è un nuovo gioco ad attrarre l’attenzione di tutti: il poker Multi Action. I players da sempre scherzano sulla volontà e il desiderio di multi tablare stando seduti allo stesso tavolo, però, senza far chilometri per le sale immense dei casinò come fece Phil Ivey in qualche evento Wsop. Ebbene pare che l’Aria abbia preso sul serio questa ‘domanda’ di gioco trasformandola in un’offerta molto particolare e costruendo il primo tavolo e il primo gioco che offre ai giocatori la possibilità di partecipare a due partite contemporaneamente.

L’idea alla base Poker Multi Action è quello di mantenere i giocatori più impegnati. Anche se l’Aria afferma che non è una versione live del poker online, l’idea sembra essere proprio quella invece. Proprio come un giocatore online deve prestare attenzione a due mani simultanee, due gruppi di avversari e due chip stacks, così accadrà allo stesso modo nel poker Multi Action. C’è un’ovvia differenza: gli avversario saranno sempre gli stessi.

A prima vista il layout del tavolo sembra generare confusione. Ci sono due dealers seduti uno di fronte all’altro e ognuno si prende cura Aria Casino Poker Room PRdi una mano diversa. Ma tutti in realtà sapranno distinguere tra le due mani visto che le aree di gioco davanti ai players sono di colore differente e le carte hanno lo stesso colore dell’area di competenza della mano. Le chips, anche esse se possibile di diverso colore, saranno posizionate sulle due aree che distingueranno le due mani. I seat degli avversari sono separati con dei divisori in legno per rendere il tavolo e il giocatore al tavolo ancora più ordinato. I due board saranno distribuiti sulle due facce di un diamante di due colori posto al centro del tavolo.
Il gioco procede normalmente anche se basta immaginare minimamente cosa possa significare sedere a quel tavolo per avere un’idea della confusione che si potrà generare. Tuttavia chi avrà le migliori doti di concentrazione riuscirà ad essere veloce più degli altri e capire cosa succede e quindi prendere le migliori decisioni. Si possono giocare anche due giochi diversi contemporaneamente anche se i primi tavoli Multi Action erano ai livelli $ 3 / $ 6 e $ 5 / $ 10 Fixed-Limit Hold’em. La scelta è ricaduta su questa modalità perché è più semplice da seguire.

I nuovi tavoli sono ancora in fase di test, proprio come l’online, e ci vorranno 30 giorni per capire cosa dedurrà il Nevada Gaming Control di questa sperimentazione così da far partire l’Aria col piede giusto.

Tanti i dubbi che stanno nascendo. Cosa succede, per esempio, se un player va rotto in un gioco e non nell’altro? C’è la possibilità di ricaricare ma anche quella che prevede un’esclusione del player a discrezione del casinò per garantire la funzionalità del gioco. Certo è che se in uno dei due seat un player vive una situazione profittevole, potrebbe essere scorretto sfavorirlo cacciandolo dal tavolo. Può ricaricare comunque nel gioco in cui ha 0 chips ma se c’è una lista d’attesa con un giocatore pronto con due stack, c’è il rischio che il primo player perda il posto.

Ora sarà interessante seguirne lo sviluppo. E, chissà, c’è già chi starà progettando un Hold’em manager live?

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.