Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

L’Arjel (Francia) spinge verso la liquidità comune di poker online ma è il momento di accelerare

L'Arjel, l'authority di regolazione del mercato del gaming online francese ha ammesso che sarebbe nell'agenda dei lavori una modifica delle norme sul gioco e che starebbe considerando concretamente l'idea di una liquidità comune dei giocatori di poker online al di fuori della Francia per garantire la redditività a lungo termine della piattaforma.

I numeri del settore per il 2012 sono stati pubblicati questa settimana e queste considerazioni nascono proprio da queste evidenze. Il calo del 5% del cash game fa riflettere e, anche se i tornei online sono cresciuti del 21%, le entrate dagli mtt rappresentano meno del 20% del totale delle entrate di poker online.


LA MOSSA DELLA FRANCIA – In una revisione annuale che accompagnava i dati, il presidente Jean-François Vilotte ha ammesso che la questione poker preoccupa.
ARJEL raccomanda pertanto "una liquidità unica per i tavoli da poker a soldi veri per permettere ai giocatori francesi di giocare contro giocatori stranieri", ovviamente quelli in cui le normative in altri paesi dell'Unione europea sono considerati compatibili con il sistema francese.

Un tale cambiamento "richiede una modifica della legge" prima di qualsiasi progetto possa progredire, ha dichiarato Vilotte. E' molto che se ne parla in realtà, ma questa ennesima posizione della Francia che era la più titubante tra le authorities del gaming europeo, è un segnale molto chiaro.

IL MOMENTO DI PREMERE SULL'ACCELERATORE – Le discussioni vanno avanti tra le autorità di regolamentazione dei mercati chiave europei. Un incontro tra Italia, Francia, Spagna e Portogallo c'è già stato a dicembre con un'apertura velata su questa possibilità. Tuttavia sarebbe il momento di accelerare. Spagna e Italia sembrano i più propensi a mettere in comune i loro giocatori. Nel luglio 2011, il Direttore Generale degli spagnoli Regolatore (DGOJ) Enrique Alejo ha dichiarato che qualcosa poteva essere fatto già nel 2013.

La Francia deve modificare la propria legge anche perché è quella che avrebbe problemi maggiori con la tassazione con un 40% di tasse sui ricavi lordi rispetto alle aliquote di Italia e Spagna che oscillano dal 20 al 25%. Ma di rivedere le tasse, Vilotte, non ha ancora accennato nulla.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.