Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Laurent Tapie a caccia dei dipendenti Full Tilt Poker per il progetto Game Cubed

Mentre l’accordo per l’acquisizione di Full Tilt Poker stava crollando, Laurent Tapie ha lanciato un’offerta finale per provare a rimanere comunque nel poker online: il figlio del magnate francese e amministratore del gruppo omonimo ha contattato i dipendenti di Ftp offrendo di riassumere tutti loro per lanciare una sala da poker online completamente nuova.

La notizia arriva in base a una email inviata da Tapie il 24 aprile, appena prima che il gruppo di investimento francese ha confermato pubblicamente che i colloqui di acquisizione per acquisire Full Tilt erano ormai interrotti.

L’e-mail contiene un piano dettagliato per lanciare una nuova società sotto il nome di “Game Cubed,” e impiegare tutti i principali operatori del personale di Tiltware dal primo maggio. Ma la conditio sine qua non è che l’impresa partirà solo se tutti gli agenti della vecchia room aderiranno al progetto. Il tempo, quindi, è già scaduto e il piano sembra già fallito.

“Ho bisogno di tutti voi e del vostro impegno molto velocemente. Mi dispiace mettere questa pressione ma il tempismo è fondamentale se questo significa poi lavorare “, ha scritto Tapie. “Ho bisogno di sapere se ho una massa critica sufficiente ad andare avanti entro e non oltre la fine di QUESTA SETTIMANA”.

Secondo l’e-mail, Tapie voleva impiegare tutto il personale al completo, offrendo i loro attuali stipendi e benefici, nonché le stock option. Sotto il nome “Game Cubed,” sarebbe stata lanciata una nuovissima poker room entro 6-7 mesi. Tapie aveva già incorporato l’azienda New Full Tilt limited a Dublino, che è stata poi ribattezzata GCubed nel mese di aprile.

Il piano prevedeva anche il rimborso di giocatori non statunitensi, con il metodo che il Dipartimento di Giustizia Usa, però, aveva bocciato. Una sorta di credito scaricabile in base al gioco che i players avrebbero vantato qualora si fossero iscritti alla nuova room.

L’email sostiene inoltre che Tapie è in trattativa con la Alderney Gambling Commission Control per ottenere una licenza di esercizio. Ma la richiesta della Orinic Ltd pare sia crollata e quindi potrebbe riferirsi a qualche altra azienda.

Dopo sette mesi di trattative esclusive con Full Tilt e il Dipartimento di Giustizia americano per l’acquisizione dei beni e rimborsare i giocatori, l’affare è saltato. Tapie ha spiegato l’impossibilità di raggiungere un accordo per il rimborso dei giocatori.

Rimane sullo sfondo la comparsa di PokerStars ma dopo le prime fiammate e i grandi scoop lanciati da tutti i siti di settore, tutto è ripiombato in quel silenzio che i players odiano perchè attendono da 12 mesi ormai i loro soldi bloccati nell’admin di Full Tilt Poker.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.