Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Le Iene e l’ennesimo "scoop" sul poker live: sgominato un business da 5 euro

P { margin-bottom: 0cm; direction: ltr; color: rgb(0, 0, 0); text-align: center; widows: 2; orphans: 2; }P.western { font-family: “Times New Roman”,serif; font-size: 20pt; }P.cjk { font-family: “Times New Roman”,serif; font-size: 20pt; }P.ctl { font-family: “Times New Roman”,serif; font-size: 12pt; }

Si intitolava “Dentro una bisca clandestina” ed è l'ennesimo servizio-inchiesta de Le Iene sul poker live. Lo “scoop” di Luigi Pelazza, una delle “Iene” di Ilary Blasi e Teo Mammuccari è un sit and go da 50 euro in un circolo piccolissimo con pochi tavoli con appena 5 euro di fee con gente ai tavoli che si diverte e non si rovina, di certo. I toni sono quelli della maxi inchiesta, di uno scandalo sulla droga, sulla politica o sulle droghe di nuova generazione.

Ti aspetti chissà cosa ed esce fuori un giro d'affari di 5 euro moltiplicati per 20 persone che probabilmente non bastano neanche a pagare il “croupier” come lo chiama Pelazza.

Inutile commentare oltre rimarcando tutti gli errori e gli accenti posti dove non hanno senso tanto per fare scandalo e attaccare un gioco che, però questo va ripetuto, non è certo d'azzardo come tanti altri legalizzati dallo Stato italiano.

Basta andare sulla pagina Facebook di Pelazza per vedere come ha reagito il mondo del poker. Insulti ma più che altro delusione per un programma stimato da tutti e seguito da mezza Italia. A questo punto una riflessione nasce spontanea: ma se il poker viene trattato con tale superficialità allora anche altri argomenti o truffe presunte o scandali potrebbero presentare lacune gravi e accentuate solo per fare audience? Insomma c'è da fidarsi o no? Vedendo l'ennesimo “scoop” del programma di Italia1 viene proprio da pensare che la redazione che prepara i servizi calchi la mano un po' a mestiere tanto per far dire allo spettatore credulone: che schifo! E poi, possibile che non si riesca a scrivere un reportage serio e utile al settore magari appoggiandosi a qualche esperto? Ma forse il gioco del finto scandalo si sgonfierebbe troppo presto. Giusto.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.