Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Le poker room aiutano Haiti

L’isola e nazione caraibica di Haiti è appena stata colpita da un terribile terremoto, 7,0 sulla scala Richter. La stima dei morti è di decine di migliaia, e tantissimi sono i feriti. Assieme alla solidarietà di tutto il mondo si sta muovendo anche quella del mondo del poker online. Pokerstars, Full Tilt e Cake poker stanno dando ai giocatori la possibilità di aiutare i soccorsi con donazioni.

Pokerstars permetterà ai giocatori di donare privatamente, traseferendo i soldi al “Fonfo Haiti”. Inoltre sono stati lanciati dei “finti tornei” (dummy tournaments ndt), in cui in realtà non c’è nessuna partita, ed in cui si può donare da uno a mille dollari. Questi tornei si trovano nella sezione Tourney – Special.

Discorso analogo per Full Tilt, che ha istituito un account “Aid for Haiti“, a cui si possono fare donazioni, e dei tornei finti con analogo scopo. I nomi dei donatori verranno registrati e rircodati. Questi tornei si trovano nel menù dei tornei previsti per domenica alle 18 Eastern Time.

Non riguarda l’italia ma lo menzioniamo comunque, anche Cake Poker ha deciso di scommettere sulla solidarietà. I soldi verranno destinati alla Croce Rossa Americana. 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.