Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Le poker room francesi invadono il cinema nazionale

L’Express, un giornale francese, ha spulciato nel mondo del cinema accorgendosi di sontuosi investimenti del mondo del poker francese nel cinema. In Italia non è stato un successo il film prodotto e sponsorizzato da BetPro, Poker Generation.In Francia puntano sul ‘product placement’ con decisione, invece, ma su prodotti di successo assicurato. Si tratta di una tecnica di marketing che il cinema in crisi ha permesso nuovamente da qualche anno dopo un primo divieto. Ricordate i pacchetti di sigarette aperti in primo piano dagli attori del cinema italiano anni 80-90? Un classico esempio di PP. Ora il ritorno con Eurobet, in Italia, che investì fortemente sul sequel de ‘L’Allenatore del Pallone’. 

E le poker room francesi puntano fortissimo su questo strumento di marketing. Winamax punta forte su Little White Lies di Guillaume Canet, dove i protagonisti giocano a poker su un tavolo da gioco con logo della room.
Bwin punta invece su ‘The Would I lie 3’dove Jose Garcia è ripreso mentre sta per giocare in un circolo da poker con tavoli Bwin. Secondo alcune fonti pare che la room abbia sborsato 1 milione di euro per comparire nella scena.
Nell’aprile 2010, sempre Winamax, comparve nel thriller ‘Le cinque dita della mano’ e nel cast c’era anche il player-attore francese famoso in tutto il mondo Patrick Bruel.
Le poker room italiane ancora non hanno deciso di investire nelle pellicole italiane. Chissà se l’esempio francese potrà servire da stimolo? L’importante è non stuzzicare le spiccate sensibilità artistiche che sicuramente scatteranno sull’attenti appena sentiranno parlare di ‘Poker’.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.