Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Le verità di Annette_15: le donne, Doyle Brunson, i media

 

Annette Obrestad è stata recentemente intervistata dalla rivista ESPN mag. 

Tra le varie dichiarazioni ce ne sono tre che colpiscono per la schiettezza:

-Sul partecipare all’evento femminile delle WSOP: “Sono soldi facili. Ho sempre detto che le ragazze fanno schifo a poker. E lo dico perché è così. Forse è solo che non sono competitive e non cercano di imparare dai loro errori. Ma non voglio che migliorino, mi piace giocare stando in vantaggio.”

-Sulla sua immagine in Norvegia, sua terra natale dove il poker è illegale e dove viene messa in ridicolo dai media: “Non sono proprio un modello di comportamento là. Sono solo qualcuno che convincerà i vostri figli a perdere tutti i loro soldi.”

-Ed infine, sulla supremazia dei giocatori online: “Preferirei di gran lunga giocare ad un tavolo contro tanti Doyle Brunson. I giocatori dell’online processano le informazioni in modo molto più rapido, e non lasciano che le emozioni gli impediscano di migliorare al gioco. Senza mancare di rispetto a Doyle, preferirei giocare contro di lui“.

 

Fonte: 2+2

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.