Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

L’estate azzoppa la raccolta del poker online italiano

L’estate ‘pesa’ sul gioco online e i dati sul poker dimostrano come la partenza anomala del cash game l’anno scorso va bilanciata con la realtà dei dati 2012. Ma partiamo dal poker a torneo “made in Italy” che supera l’asticella dei 100 milioni di euro nei primi otto mesi del 2012. Con una spesa reale dei giocatori di circa 8,5 milioni di euro ad agosto, il totale – secondo le stime di Agipronews elaborate in base a dati forniti dagli operatori – investito dagli italiani nei tornei online di poker arriva a circa 105 milioni di euro. Rispetto allo stesso periodo del 2011 un calo del 38% circa, ma c’è da considerare che nei primi 8 mesi 2011 i tornei non risentivano della concorrenza del “poker cash”, introdotto nello scorso luglio.Un dato messo in evidenza anche dal calo della raccolta, passata da 1,78 miliardi a 852 milioni (-52%). La quota destinata all’erario dai tornei di poker nei primi mesi del 2012 è stata di 25,5 milioni di euro.

Quindi il secondo quadrimestre risulta in calo per il poker online anche in versione cash. La nuova modalità di gioco – introdotta a luglio dello scorso anno – nel periodo maggio-agosto del 2012 ha perso oltre il 20% sia in termini di spesa che di raccolta. L’investimento effettivo degli italiani (il volume di gioco meno le vincite, che per questa modalità sono fissate per legge intorno al 97%) è stato di 63 milioni di euro contro gli 84 (-25%) del primo quadrimestre di questo anno. Il dato di agosto si ferma 14 milioni per la spesa a fronte di una raccolta di circa 565 milioni di euro. Nel secondo quadrimestre trend negativo anche per la raccolta complessiva, passata da 3,1 a 2,4 miliardi (-22,9%) e per la quota destinata all’erario (12,6 milioni, -25%).

Nei primi otto mesi del 2012, la spesa nelle partite a poker “mordi e fuggi” è stata invece di 145 milioni. Il dato lordo della raccolta è di 5,48 miliardi di euro, mentre la quota destinata all’Erario è pari a 29 milioni.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.