Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Liquidità condivisa nel poker online: toccare il fondo o anticipare i tempi?

L'unica soluzione per dare sostenibilità al mercato del poker online europeo sembra sempre essere una liquidità unica e condivisa tra i principali stati regolamentati del vecchio continente. E se anche uno stato piccolo dell'America come il Delaware decide di voler aprire addirittura a tutto il mondo la sua pool per motivi ovviamente di dimensioni, beh allora il sentiero per un'armonizzazione unica dovrebbe essere ancora più segnato.

E se poi anche la Danimarca, stato europeo di dimensioni ridotte rispetto ai volumi online, decide sin da subito di aprire la sua liquidità internazionale, allora gli elementi per una 'vasca unica' dove far nuotare tutti i pesci, gli squali e i players appassionati, crescono e si sommano ancora di più.

Tuttavia come si evidenzia in questi giorni negli states dove il fermento dei regolamenti interstatali è altissimo, lo scoglio più grosso rimane sempre e solo l'armonizzazione delle aliquote di tassazione. Il Nevada ha deciso di aumentare le tasse sul poker online rimanendo comunque bassissimo rispetto ad altri Stati. Specie rispetto ad una forbice che in Europa va dal 15 al 20%. Quindi scendere, o viceversa, dal 20 a 6/7 punti percentuali non sembra affatto facile. Anzi. La rigidità delle leggi americane e le ritrosie di governi come il New Jersey solo a partire con la regolamentazione sembrano barriere altissime da superare. Per non parlare di quello che potrebbe succedere in Europa. La Francia tassa pesantemente, l'Italia ha trovato un discreto equilibrio. La Spagna è ancora in un'altra direzione, la Germania è in alto mare così come altri paesi. Insomma il percorso è a ostacoli e non è neanche tanto breve da ultimare.

E' già un anno e mezzo che si dice: “La liquidità internazionale può essere un obiettivo, abbiamo iniziato a parlarne ma un piano d'azione del genere necessita di un lavoro ancora molto lungo”. Ok, abbiamo già detto che non sarà facile. Ma possibile che non si riesca a programmare per tempo almeno una volta e prevenire il calo della curva del prodotto-poker anticipando i tempi e aumentando la liquidità?Possibile che si debba arrivare per forza a toccare il fondo prima di guardare avanti se non per necessità?

Purtroppo questa lungimiranza non è dei nostri politici né dell'Europa che guarda, stimola, segue ma non indirizza come dovrebbe questo percorso. Figuriamoci se parlando di poker online i nostri rappresentanti si trasformino in manager super efficienti.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.