Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Marcotti, SGI Confindustria e la folle proposta di Bonanni (Cisl) sul poker online: ‘Assurdo, così azzeriamo l’offerta italiana’

“Se vogliono fare un favore al mercato dei siti di gioco online illegali facciano pure. Bisogna capire qual’è il reale obiettivo di questi signori, perché se è quello di azzerare l’offerta italiana a favore di quella estera allora questa è la mossa migliore da fare”.

Italo Marcotti, rappresentante di Sistema Gioco Italia Confindustria e imprenditore del settore del gioco, risponde così alla provocazione/proposta della settimana scorsa del segretario della Cisl Raffaele Bonanni. Il sindacalista è convinto che sia possibile alzare senza colpo ferire dall’attuale percentuale fino al 20-22% la tassazione del poker online. Un’argomentazione senza senso e disancorata dalla realtà e dalla reale struttura del gioco in questione che, non a caso, è stato strutturato con queste aliquote e con una raccolta che torna indietro quasi integralmente ai giocatori con margini bassissimi per gli operatori. Specie per il cash game.

 

Ma possibile che si arrivi a determinare queste proposte? “In effetti sarebbe bene che i politici e i politicanti chiamassero i rappresentanti di un settore prima e approfondissero i meccanismi di un mercato prima di lanciare queste proposte – prosegue Marcotti – ripeto, se si vuole mettere su un piatto d’argento il mercato del poker italiano questa è la strada migliore anche se impraticabile”.

Ovviamente impraticabile anche perché esistono le concessioni: “Certo, la concessione tra un’impresa che opera nel gaming e lo Stato è un vero e proprio contratto. Finché tali licenze non scadono non si può muovere la leva della tassazione così come si vuole lasciando invariato il resto”.

Il rischio è quello della fuga anche delle imprese? “Si può fare tutto e il contrario di tutto. Questo è un mercato che è generato da una domanda. Se lo Stato non è in grado di mettere le sue aziende in condizioni competitive con i mercati esteri non ci stupiamo se poi, fra qualche mese, le nostre imprese sono volate a Malta o in altri paesi che offrono licenze di gioco online”.

Quindi cosa ci aspetta anche se, come detto, sarebbe impossibile modificare queste aliquote? “Ripeto, potrebbe succedere qualsiasi cosa. Potrebbero aumentare a 5 euro un litro di benzina o mettere la tassa sul pane. Ma stiamo parlando dell’abc della micro e della macroeconomia. Possibile che non ci si informi con gli addetti ai lavori prima di dare aria ai denti?”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.