Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Max Pescatori in visita all’Ice di Londra tra Wsop, Malaguti e Minieri

Londra – “Per uno come me la fiera del gioco a Londra è come il Paese dei Balocchi per Pinocchio”, ha scritto Max Pescatori sul suo profilo Facebook e Gioconews.it l’ha incontrato tra gli stand dellIce di Londra.

 

Si è parlato un po’ di tutto con il pro PokerClub a rappresentare la sua poker room e a scovare qualche nuova idea e a ‘rubare’ con gli occhi qualche segreto alle società che si occupano di gaming provenienti da tutta Europa e da tutto il mondo.

Quali sono gli obiettivi per questa stagione pokerstica? “L’obiettivo principe rimangono sempre le World Series Of Poker di Las Vegas (dove il Pirata ha conquistato ben due braccialetti, ndr). Ma, a parte questo, parteciperò certamente ai principali torneo che sono in calendario cercando di fare il meglio. Sarò al Wpt di Venezia a marzo, poi all’Ept di Sanremo di aprile e a tutti gli eventi di primo piano”. Oltre agli eventi di PokerClub, le Pls, che dovrebbero tornare anche per il 2014.

Qualche giorno fa, sempre qui su Gioconews.it, abbiamo pubblicato le dichiarazioni di Flamio Malaguti che lanciava l’ennesima sfida a Max sui piazzamenti a premio. La risposta di Pescatori, ovviamente senza rancore e con grande simpatia verso l’amico Flaminio, è lapidaria: “Quando un calciatore segna tanti gol in serie e magari diventa anche capocannoniere, quel giocatore è da considerare sicuramente un campione. Però gioca in un’altra categoria. Quindi, per confrontarsi alla pari con chi gli sta sopra, deve prima salire di categoria e poi sfidarlo, altrimenti non ha senso. Ma Flamiono rimane, senza dubbio un campione, seppur in serie b”.

Una notizia che ha tenuto banco in questi primi giorni del 2014 è stata l’uscita di Dario Minieri dal team PokerStars, un altro campione del mondo e precursore del gioco in Italia proprio come Max: “Non entro in vicende esterne che non conosco e non mi riguardano. Posso però dire senz’altro che Dario è un campione. Con lui ho condiviso tante belle esperienze. È uno che nel poker sa il fatto suo, essendo stato tra i primi 5 top player, e posso soltanto fargli il mio più grande in bocca al lupo”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.