Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Max Piazza si racconta, tra poker live, online, mtt, cash’

Era il ‘mister X’ di StarsMillion all’Ipt di Sanremo di un paio di settimane fa. Avrebbe dovuto giocare con maschera e mantello alla Phil Hellmuth ma poi la direzione del torneo glielo ha vietato. Dall’Ipt Max Piazza ha iniziato la sua nuova avventura nel team pro di StarsMillion e ora, gettata la maschera e cancellato il mistero di quella ‘X’ è pronto a raccontarsi.

Appena 22enne e ha già vissuto praticamente tutto quello che è passato nel settore del poker online italiano passando da ‘garzone di bottega’ di due grandissimi giocatori italiani a coach di PokerMagia e pro stimatissimo dai suoi colleghi per i suoi risultati live e online.
“Ho iniziato grindando sit and go ai microlimiti ma la mia carriera è subito cambiata grazie a delle collaborazioni di staking mtt. Per primo a vedere del potenziale in me fu il mio concittadino Vito Invenomuto Planeta che decise di seguirmi. In quel momento feci i primi grossi risultati online”.
Poi con Vito si è incrinato qualcosa e arriva un altro big, Emiliano Conti: “Gli ottimi risultati mi fanno entrare in contatto proprio con lui che diventerà il mio vero mentore anche perché, senza ombra di dubbio, è uno dei più preparati e validi grinders mtt online italiani. Dai complimenti che mi caricavano e lusingavano ho avviato con Emiliano un percorso di studio e di grinding che porterà ad affermarmi definitivamente negli mtt online”.
Ma tra le parole di Max leggiamo una continua ricerca della migliore condizione possibile. Il tutto condizionato da un’ambizione senz’altro decisiva per chi vuole raggiungere certi risultati: “Cambio prospettiva quando arriva il cash punto it. Intuisco che il momento è troppo profittevole e con una gestione più aggressiva e spinta del bankroll avrei potuto ottenere ottimi profitti. Sapevo anche che il momento non sarebbe durato per sempre e così riesco a vincere da 1.000 a oltre 50.000 euro in pochi mesi. Arrivo anche ai livelli più alti ma erano altri tempi. Come dice Lodden, a quei tempi se peerdevi anche un solo giorno eri un demente, ogggi se riesci a vincere sei un fottuto genio”.
Come hai visto e vissuto i cambiamenti del poker online? Dalle tue parole si percepiscono proprio le variazioni della liquidità, del livello tecnico dei giocatori: “Beh c’è stato un innalzamento del livello di gioco che è senza dubbio positivo per il settore. La diffusione delle scuole di poker, il fenomeno delo coaching-staking e l’aumento delle mani giocate, hanno contribuito al miglioramento generale. Certo qualche fish è rimasto e c’è anch qualche ‘pollo’ coi soldi che giocano for fun e possono permettersi ancora di perdere. Ma molti sono andati rotti ed hanno smesso mentre altri hanno runnato clamorosamente bene ma poi sono stati asfaltati. C’è stata una selezione naturale pazzesca. In ogni caso la genete ha iniziato a capire la cultura pokeristica e a guardare questo gioco come un gioco d’abilità e si sono messi a leggere libri, giocare, seguire i coaching, leggere i forum e studiare”.
Veniamo a StarsMillion: com’è arrivato questo accordo, come vi siete conosciuti e quali sono i programmi/sogni/progetti di un player come Piazza? “Sono stato contattato nei mesi scorsi dal poker manager Alessandro Righetti che conoscevo molto bene ai tavoli. Era già nato un rapporto di stima e di amicizia. Il progetto mi è piaciuto molto e la presenza nel team di amici/colleghi come Salvatore Pengue e Fabrizio D’Agostino ha aiutato ancora di più alla definizione della trattativa. Cosa mi aspetto? Di sicuro vorrei dimostrare tutto il mio valore nel palcoscenico del poker live perché, parliamoci chiaro, senza uno sponsor è Ev- per chiunque”.
Comunque hai già tanti risultati e la stima dei tuoi colleghi. Ma l’ambizione sembra andare ancora oltre? “Per natura tendo a non essere mai soddisfatto. C’è chi sarebbe orgoglioso e già sazio coi miei results a 22 anni ma, pur avendo il rispetto dei miei colleghi, penso di dover fare ancora molta strada”. Piazza ha ‘piazzato’ già qualche bandierina all’Ept Sanremo e il big shot è il terzo posto al People’s Poker Tour di Nova Gorica. Online ha vinto il Master su GD Poker, altri 3 final table e poi secondo all’Explosive Sunday e tanto altro ancora.
Parliamo anche dei tuoi colleghi: chi vedi come punto di arrivo in questo momento? “Dipende da tante cosa. Visti i risultati recenti nell’overall cash/mtt live penso a Dario Sammartino sicuramente e anche Sergio Castelluccio e Rocco Palumbo. Negli mtt online in Italia dico Emiliano Conti. Nel mondo ancora penso sia Phil Ivey il migliore universalmente riconosciuto”.
Sei un ottimo coach in PokerMagia ma il tuo stile di gioco è tecnico ma anche molto creativo e intuitivo. Si possono trasmettere queste skills oppure no? “In realtà non è questo il mio obiettivo quando faccio coaching. Per citare uno dei miei film preferiti – A beautiful mind – non voglio che le mie lezioni distruggano il “potenziale della creatività vera”. Io insegno i concetti che stanno alla base di ogni strategia di gioco, sarà poi il giocatore ad applicare quei concetti al tavolo secondo le proprie inclinazioni”.
Abbiamo parlato dei tuoi tanti passaggi nella tua history, del tuo ingresso in StarsMillion e del tuo ruolo come coach: com’è la tua vita ora e come organizzerai la tua carriera pokeristica? “Innanzitutto spero di poter giocare più eventi live possibili. Fosse per me giocherei ogni giorno lungo tutto il Pianeta Terra ma valuteremo con lo sponsor la programmazione migliore. Io penserò solo a dare il massimo in ogni torneo. Per adesso, dopo il periodo cash game, sono tornato al grinding mtt, dopo quasi due anni d’assenza. Ho trovato un field molto competitivo ma, sempre grazie a Conti, mi sono riadattato benissimo e ho ripreso a vincere”.
E inizia l’era StarsMillion: “Ovviamente adesso sarò impegnato su questa nuova piattaforma ma ho capito che la vita del grinder mtt non è quella che vorrei fare. Notti insonni e risvegliarsi a pomeriggio inoltrato con uno stress eccessivo addosso. L’ideale è sempre e comunque Emiliano Conti che riesce a condurre una vita sana e regolare ma io al momento non sono in grado. Giocherò dal vivo con SM e sui tavoli cash game della room. In futuro vorrei vivere facendo ciò che mi fa star bene. Che è poi una condizione imprescindibile se si vuole fare bene anche al poker”. Good luck!

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.