Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

MrMojoRising, Snai Poker: un mese e mezzo a Las Vegas tra sogno e realtà

Eccoci qua di ritorno. Sembra ieri quando i giorni sembravano non finire mai e la spasmodica attesa di una bramata e sognata vegas si impadroniva di ogni momento delle mie giornate. L’incipit non è stato dei migliori visto che, arrivato finalmente a Malpensa col mio collega/amico Rooney compagno di mille avventure pokeristiche e non in Italia ed in Europa, vengo lasciato a terra per problemi col passaporto. Tralasciando le mille peripezie con un miracolo riesco a partire da solo 24 ore dopo ed improvvisamente ecco LAS VEGAS! Il sapore è dolce, l’odore ti entra subito nelle vene …sento subito di amarla ..è magia. In serata mi siedo subito al cash game al The Venetian e spillo la mia prima mano (vinta ) JJ tutti neri : le carte sono piccoline ..raffinate ..eleganti …sono sempre più carico!

Ben presto, però, mi renderò conto di essere in totale badrun. La mia fortuna sta nel fatto di avere al mio fianco un campione navigato del live che ha saputo prepararmi sempre al peggio e che al quarto giorno in una bollente serata mi dice: “Ste sei come me l’anno scorso preparati non farai un itm !”. I giorni passano gli show down vanno sempre peggio …ma insisto …cambio atteggiamento ad ogni torneo …ma niente da fare ..la carta sa essere crudeltà allo stato puro e al momento decisivo …vanno sempre loro. Le cose per Rooney vanno leggermente meglio visto che riesce a piazzare il primo itm italiano alle Wsop e poco dopo un altro itm …ma sempre le noccioline.

In ogni caso siamo a Las vegas e anche se sei appena bustato ti basta passeggiare a downtown e la tristezza ti passa subito. Ogni giorno facciamo i deep stack e tornei in tutti i casino a tutte le ore oltre a cash game con ogni tipo di giocatore. I risultati stentano ad arrivare …faccio live da nemmeno un anno…e l’inesperienza stava facendo sì che lo sconforto avesse il sopravvento. Poi …come un arcobaleno in un cielo nero …riecco la frase di Rooney che mi porto dentro come una delle cose più belle di Vegas: ‘Ti serviranno di più le sconfitte che le vittorie …vincendo non ti migliorerai mai …ora ti fa bene perdere!!!”. Beh, credetemi, ho imparato tantissimo !!!!! Alla fine del mese e mezzo torniamo a casa incredibilmente con un pareggio anche se due mesi a Las Vegas in pareggio significa perdere! Cmq è stata una esperienza incredibile che non vedo l ora di ripetere. Non era semplicemente il nostro momento. Mi porto dentro serate magiche con un altro caro amico Paolo Compagno, tutti gli show-down persi di Rooney del capitano Dinobreak e miei che alla fine diventavano quasi una barzelletta. E poi la frenesia di una città che non si ferma mai che sa farti male e sa consolarti allo stesso tempo ed un’infinità di esperienze accumulate.

Concludiamo in bellezza uscendo all’ultimo giorno dal torneo del Caesar’s Palace tutti e tre partendo minimo al 70% ma ridendoci sopra nella hall dell’hotel. Sta qui la maturità di un giocator, capire che a volte non puoi fare davvero nulla se non continuare a lottare. 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.