Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Nasce il team Uni-T, il primo che unisce poker e beneficenza

Un giornalista e appassionato di poker, il francese Fabien Richard, ha avviato un progetto decisamente ambizioso in un settore come quello in cui il team Uni-T vuole operare. Poker e beneficenza sono due concetti che ormai siamo abituati a vedere accostati. Tuttavia la creazione di un team di poker che sia finalizzato alla generazione di fondi da devolvere in opere caritatevoli è un’assoluta novità.

Richard ha sempre avuto come obiettivo quello di cancellare la cattiva immagine che è ancora affibbiata al poker e al suo cattivo retaggio.Così ha deciso di lanciare un team vero e proprio in tornei live e online con lo scopo di propagare l’immagine umanitaria del poker.

Moltiplicando le apparizioni dei membri del suo team sensibilizzerà gli attori del settore a promuovere le cause umanitarie che il team sceglierà di difendere.

Ma quali strumenti verranno utilizzati? Ovviamente saranno messe in comune le vincite di cui una parte verranno versate ad associazioni benefiche e poi diventare referenti nel mondo del poker come unico marchio di poker umanitario grazie a strumenti di comunicazione.

Una scommessa difficile sulla quale però molti sarebbero già disposti a puntare.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.