Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Non solo Phil Ivey: un giocatore svizzero non ha ottenuto 40 milioni di euro dal casinò

Sembra che Phil Ivey non sia il solo ad incontrare difficoltà per farsi pagare delle vincite dai casinò. Un anno fa Behar Merlaku, un giocatore svizzero di 27 anni, ha vinto un jackpot da 40 milioni di euro alle slot di un casinò. Ma al momento di reclamare la sua vincita il casinò ha rifiutato di erogare i soldi trincerandosi dietro un errore informatico del suo pc.

Come compensazione il casinò ha pensato di risarcire il giocatore con un bonus per pasti gratuiti e 100 dollari in spese varie. Stranamente, ovviamente si tratta di un eufemismo, Behar non è rimasto soddisfatto di questo ‘rimborso’.

La vicenda è finita inevitabilmente in tribunale. Il casinò allora ha proposto 500,000 dollari di risarcimento al ricorrente scoprendo quindi qualche debolezza. Perché passare dai 100 euro ai 500,000 dollari? Il deal per il giocatore si poteva chiudere solo a 5 milioni di dollari se non con il rimborso di tutta la vincita. Poi si è scesi a un milione di euro.

L’avvocato di Merlaku aveva evidenziato come il casinò non avesse fatto esaminare le macchine dagli esperti tecnici per garantirne la validità e la regolarità. Critiche forti anche alle forze dell’ordine austriache che non si sarebbero comportante professionalmente e seriamente. Un errore che è valso oro.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.