Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
kovalchuk_wins

Oleksii Kovalchuk: ‘Obiettivo ripetere le Wsop 2011 ma con un bankroll più importante’

“Spero di ripetere i risultati del 2011 ma quest’anno giocherò molti più tornei e spero che la fortuna sia dalla mia parte per vincere ancora tanto a questa disciplina che amo”. Oleksii Kovalchuk a Gioconews.it parla di fortuna ma stiamo parlando di un giocatore giovanissimo che ha vinto 1 milione e mezzo di dollari solo nel 2011 quando ha mosso i primi passi nel suo paese, in Ucraina, per continuare a vincere anche nel 2012 visto che è a quota 264,000 dollari.

Stiamo parlando di un player che ha esordito vincendo il Russian Poker Tour di Kiev per 123,000 dollari, quindi ha fatto due itm a Las Vegas dove è volato appena ha compiuto 21 anni, per poi vincere il super torneo e il titolo di campione del mondo nel 2,500$ Limit Hold’em Six Handed per 689,000 dollari. Solo fortuna?

Ha poi vinto l‘Ipt Nova Gorica, ha fatto terzo ai november nine del Partouche (altri 700mila dollari in 10 giorni) e poi due tavoli finali all’Ept di Praga per riniziare alla grande il 2012.

E’ riuscito nello storico back to back vincendo l’Ipt di Sanremo per 175,000 euro e poi un altro piazzamento all’Ipt Nova Gorica e un quintokovalchuk wins posto al 10,000 euro Nlh 8 max rebuy dell’Ept di Madrid.

Insomma non pensi di avere delle abilità fuori del normale? “A volte vedo che il mio gioco è migliore di quello di alcuni players che siedono al mio stesso tavolo. Altre volte penso di non aver alcun vantaggio e penso che sia durissima. In ogni caso per vincere un torneo ci vuole anche fortuna. Chiunque può vincere un evento di poker se ha una dose importante di fortuna dalla sua parte”, asserisce Kovalchuk sempre sulla linea della modestia.

L’obiettivo è ripetere il 2011 ma con prospettive ben diverse: “Sarebbe un sogno ripetere la vittoria del 2011 o comunque vincere gli stessi premi. L’anno scorso avevo un bankroll solo per eventi dai 3,000 dollari in giù. Quest’anno giocherò di sicuro molti più tornei della scorsa edizione e aumenteranno le possibilità di giocare gli eventi che preferisco e che spero mi possano dare grande soddisfazione”.

Quanti e quali eventi giocherai? “Spero di superare i 20 eventi di No Limit hold’em e ‘i’am not good at limit games’”, ci confessa Oleksii.

Qualche domanda flash: chi preferisci dei players italiani con i quali hai avuto modo di confrontarti grazie ai tuoi successi all’Ipt: “Luca Pagano, Luca Moschitta, Dario Minieri, Mustapha Kanit e tanti altri ottimi players e simpaticissimi ragazzi che ho incrociato nelle mie frequenti esperienze in Italia nel torneo Ipt”.

Live hai ‘spaccato’ nel giro di un anno e mezzo. Online come va? “Ovviamente gioco anche online ma non sono stato molto presente sul web negli ultimi periodi a causa anche delle mie continue trasferte. L’obiettivo per i prossimi mesi, naturalmente dopo le Wsop, è di giocare online ancora di più”. E sarebbe un peccato qualora non lo facesse.

Dopo questi successi come mai non si è ancora avvicinato uno sponsor con un super contratto oltre a quello vinto sul campo? “Sì infatti giocherò per PokerStars il circuito Ipt visto che ho vinto la leaderboard della stagione Ipt. Ma non ho contatti significativi con altre poker room”. E dopo ottime Wsop e un’altra stagione Ipt a questi livelli PokerStars un pensierino potrebbe anche farcelo.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.