Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Online italiano, ecco i dati da gennaio ad agosto

I Monopoli di Stato hanno poco fa pubblicato i dati sulla raccolta delle poker room legali – sono cioè escluse le .com e quelle clandestine – in Italia nei primo otto mesi dell’anno. Ecco la classifica.

Al primo posto c’è Gioco Digitale, che ha un traffico di 373,8 milioni di euro ed il 25,6% del mercato. Al secondo Microgame con 355,4 milioni ed il 25,6%. Al terzo lottomatica, 212 milioni ed il 15,3%. Al quarto Pokerstars, 120,8 milioni e l’8,7%. Al riguardo c’è da segnalare che la room è entrata nel mercato italiano solo sei mesi fa, e che sta rapidamente scalando le classifiche. Non sembra quindi azzardato prevedere un ulteriore progresso nei prossimi mesi, anche vista la sua crescente visibilità mediatica.

Seguono Bwin (che ha da poco acquisito Gioco Digitale e che quindi andrà d’ora in poi considerata tutt’uno con questa), Snai, Sisal, Lsp, Eurobet, Power Poker (che con l’eccezione di lsp girano sullo stesso software), Party Poker e Nice Hand. Queste ultime due hanno per ora percentuali minime, ma va detto che sono partite nella versione .it appena, rispettivamente, a maggio e giugno scorsi.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.