Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.
ade_20estesa2

Operazione ‘All in’: sconfitta netta a Treviso, il poker player Marco Figuccia sorride

Un altro colpo all’operazione ‘All in’ con una vittoria netta per Marco Figuccia, noto poker player, che evita una serie di accertamenti sulle sue vincite in tornei all’estero e l’Agenzia delle Entrate si vedrà costretta a pagare le spese legali. Un elemento questo che determina una vittoria ancora più netta.

Con Sentenza N. 258/01/14, pronunciata il 10.03.2014, la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso, Sezione 1, ha accolto i ricorsi presentati dal noto giocatore di poker Marco Figuccia, assistito dall’Avv. Massimiliano Rosa del Foro di Udine, annullando integralmente gli atti di accertamento emessi nei suoi confronti dall’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Treviso, e condannando altresì quest’ultima al pagamento delle spese legali sostenute dal ricorrente, liquidate in complessivi € 4.200,00, oltre ad IVA e CPA.Si tratta della prima Sentenza di accoglimento integrale nell’ambito dell’operazione ALL – IN, avente ad oggetto la pretesa imponibilità delle vincite al poker live, conseguite all’estero da cittadini italiani: nello specifico, il caso verteva sulla tassazione di diverse somme conseguite dal sig. Figuccia presso Case da Gioco slovene, spagnole, inglesi ed austriache.
Le motivazioni del provvedimento non sono ancora state acquisite dal legale del sig. Figuccia, ma è certo che trattasi di una vittoria davvero piena e dirompente, dove l’Amministrazione Finanziaria viene addirittura condannata al risarcimento delle spese legali.
“Mi sento di manifestare particolare soddisfazione per la condanna dell’A.d.E. al risarcimento delle spese legali, – ha commentato l’avvocato Massimiliano Rosa, difensore di Figuccia – piuttosto rara in primo grado su questioni complesse come quella in esame; è una parte delle mie difese dove ho profuso un grande sforzo, finalizzato a provare la condotta colpevole dell’Amministrazione, che, a mio parere, ha dimostrato e continua a dimostrare, in maniera oltremodo recidiva, di agire con inspiegabile negligenza. Sono certamente molto soddisfatto ma non è il caso di dare eccessiva enfasi al risultato ottenuto, abbiamo soltanto vinto una battaglia; personalmente, mi riterrò integralmente appagato solo se l’operazione All-In sarà definitivamente rasa al suolo e, soprattutto, solo se l’Amministrazione Finanziaria, prima o dopo, risarcirà adeguatamente i miei assistiti per i danni economici ed esistenziali subiti. Vorrei infine condividere i meriti del risultato con il dott. Sebastiano Cristaldi, il cui apporto nello studio e nell’approfondimento di questi casi è stato imprescindibile”.

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.