Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

PaoDoc Virciglio e la sua storica tripletta: ‘Ho vinto tre tornei di poker che non dovevo giocare’

 

“Se mi è presa la 'galbite'? Beh se Galb Lepore dovesse shippare anche il quarto torneo allora spero che mi sia presa sul serio!”. Si chiama Paolino 'PaoDoc' Virciglio e i suoi numeri sono 60.000, 21.000 e 16.000 e cioè quasi 100.000 euro vinti in tre tornei che neanche voleva giocare. Ma il 28enne di Bolzano e ormai di professione grinder di poker online, è talmente forte che un pensierino ad investire parte del bankroll live dovrebbe farlo anche se “non ho ancora programmi per gli eventi dal vivo ed è ancora tutto un po' a caso per gli mtt live”. 
 Tre tornei con buy in abbordabili ma per field e iscritti sono tre imprese eccezionali. Insomma come è andata? “Sì buy in minori anche se Gli Assi di Poker Club era da 770 euro e gli altri da 300 euro e 270 euro ma gli iscritti erano tantissimi, 350 agli Assi, 300 allo Shark e 270 all'Isop Dex, e il field del primo torneo era impressionante. C'erano tutti i top grinder online 'dot it' da Bubukonan a Voconi, Samian Ziarati 8dix, Ale Chiarato e poi i migliori italiani come Max Pescatori, Alessio Isaia e c'era anche Galb che aveva già vinto la Notte del PokerClub”. 
 
Riprendiamo dall'ultimo evento: quando hai capito che avresti potuto chiudere questa triplete? “Ho iniziato a pensare di vincere quando eravamo 18 left e sono andato deep con 50-60 bb mentre gli altri andavano in difficoltà mano a mano che ci avvicinavamo ai premi più importanti. Inoltre il tavolo mi permetteva di fare più o meno quello che volevo”. 
Ma il rispetto i players come PaoDoc se lo prendono anche con 3bet e 4bet che servono per acquisire il comando delle operazioni: “In effetti c'era un ragazzo che mi aveva 3bettato due volte: la prima gli ho 4bettato 'aria' e l'altra ho mandato i resti sempre in bluff e dopo ha capito che doveva evitare il re-raise su di me”. 
 
Galb ha confessato che il terzo heads up, quello che poteva valere la tripletta, è stato un po' più duro emotivamente, degli altri: “Sono stati tre testa a testa differenti e anche se pensavo alla vittoria ho cercato di giocarli come al solito. Agli Assi partivo favorito. L'avversario era molto nitty e sulle mie aggressioni foldava anche mani buone. L'importante era non farlo raddoppiare e gestire aspettando il colpo decisivo che poi è arrivato. Allo Shark giocavo con un buon giocatore ma la struttura era collassata e l'hu non poteva durare tanto se non avesse raddoppiato lui. Alle Isop c'era un avversario aggressivo che 4bettava e mostrava aria spesso. Ho atteso e rosicato i punti piano piano poi ha fatto, secondo me, un call terribile con A10 mentre io avevo 4-4 dopo una serie di raise. Potevo avere tante mani, gli assi migliori e alla fine il colpo ha retto e ho vinto il torneo. In generale non mi sono fatto prendere dalla fretta. Sapevo dell'edge che potevo avere post flop, lui flattava spesso fuori posizione e giocavo meglio e così è stato”. 
 
Tre tornei e tre diverse organizzazioni: come le valuti da giocatore? “Secondo me sono tutte impeccabili. L'Isop per un buy in così contenuto è giocabilissimo e ha una struttura che ti permette di fare il tuo poker e anche di recuperare se qualcosa va male all'inizio. Lo Shark Bay da 20 players left diventa un bingo mentre è giocabilissimo anche gli Assi di Pokerclub con un field molto più importante rispetto agli altri. In quel torneo infatti ho avuto la fortuna di evitare i grandi nomi e, a parte Pesca, Isaia e Rullo, alla fine non ho avuto mai tavoli scomodissimi. E non avere players che ti 3bettano light a sinistra è una good run anche quella”. 
 
Grinder online ma da quello che dici avresti vinto tre eventi di questa portata un po' a caso? “Sembra strano ma è così! A Saint Vincent avevo un deal col ticket pagato con la scuola di poker Game Revolution di Riccardo Busato e Giordano Murru. Allo Shark ero andato per giocare cash game e stare con gli amici ed è stata 'colpa' di Marco Fava che mi ha convinto a giocare perché c'era il tv table e venivo da una vittoria. Alla fine ho giocato cash pochissimo ma è andata bene così. Stavolta il colpevole è stato Giacomo Grossi che aveva vinto le prime due tappe dell'Isop Dex e, visto che è un amico, alla fine mi ha convinto e ho..vinto anche lì”. 
 
Quindi meglio continuare a caso col live e giocare online? “Farò le Isop a maggio visto che ho il ticket pagato dalla vittoria ma non ho programmi anche se ho già prenotato per Las Vegas. Online sì gioco tantissimo ma l'avvio del 2013 non è stato dei migliori, diciamo che ho mantenuto gli altri pro più che mantenere me stesso – scherza PaoDoc – ho già giocato 1.600 mett in 3 mesi e sto un po' sotto ma ci sta. 
Ho deciso di giocare solo mtt perché il livello cash si stava indurendo molto. E' stata anche una scelta di vita visto che fare Elite su PokerStars significava grindere NL100 giocando 8-9 ore al giorno tutta la settimana mentre, giocando per 5 giorni mtt dalle 20 alle 4 del mattino forse è meno stressante e l'expected può essere più o meno quello”. 
 
Dicevamo di Vegas: “Sì vado dal 15 al 28 giugno e devo schedulare gli eventi Wsop o di altri circuiti. Giocherà cash comunque visto che sono stato anche l'anno scorso e con 5-6 ore di gioco ai livelli 1-2 e 2-4 si può grindare molto bene”. 
 
Insomma Galb, Roccoge che fa double crown Wsop e Wpt e Paodoc Virciglio che compie tre imprese: sei ormai nell'Olimpo dei migliori. “Dicevo ai miei amici che mi sento un po' Max Biaggi nell'era di Vale Rossi ma che è comunque un onore essere paragonato a giocatori che hanno raggiunto questi risultati. I risultati parlano per Lepore mentre Roccoge dopo aver vinto i braccialetti più importanti è capace di mettersi al tavolo di qualsiasi torneo e rivincerlo. Io vedo molta attenzione e fiducia su di me e sono contento: del resto aver visto come gioco a carte scoperte in tv forse avrà convinto i più bravi che qualcosa valgo”, conclude Paolino Virciglio. 
Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.