Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Per bluffare serve un QI eccezionale!

Che per saper bluffare fossero necessarie delle doti particolari lo immaginavamo tutti. Quello che forse però non sapevano è che i pokeristi in grado di bluffare sono generalmente dotati di un quoziente intellettivo sopra la media e di condizioni psico-fisiologiche eccezionali.

È quanto emerge da uno studio condotto negli Stati Uniti da Read Montague, neuroscienziato del Baylor College of Medicine di Houston, che ha coinvolto 76 volontari impegnati in una specie di gioco di ruolo. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences e dimostrano come la parte del cervello chiamata corteccia dorsolaterale prefrontale sia più attiva nelle persone che decidono di bluffare.

Montague descrive il bluff come una caratteristica precisa della teoria della mente, e spiega inoltre come nei giocatori più abili a bluffare si sia manifestata una maggiore attivazione nella corteccia dorsale prefrontale, così come nell’area 10 di Brodman, un’area del cervello coinvolta nel pensare gli altri.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.