Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Phil Ivey vince 7,3 milioni di sterline al Crockfords di Londra ma il casinò non lo paga

Una donna asiatica, una vincita da quasi 9 milioni sterline e il casinò che non vuole pagare un giocatore identificato sotto il nome di Phil Ivey. La storia affascinante per tutti meno che per il super campione di poker americano, è uscita sulle pagine del Daily Mail in queste ore ed è destinata a tenere banco, è proprio il caso di dirlo, per i prossimi giorni.

Ci sarebbe, infatti, una causa in piedi tra Ivey e il casinò londinese Crockfords per capire che fine devono fare circa 8 milioni di sterline vinti al Baccarat dal giocatore americano.

Una vincita del tutto regolare visto che Phil, arrivato al casinò in compagnia di una affascinante donna asiatica, avrebbe giocato 50 mila sterline per ogni mano e successivamente è stato autorizzato dalla casa ad alzare la posta a 150 mila. Dopo le prime battute, secondo la ricostruzione del giornale, era sotto di mezzo milione, ma alla fine della prima sera ne vinceva oltre due milioni e la notte successiva Crockfords stava perdendo, appunto, oltre sette milioni di sterline.

Ivey ha deciso di dire basta e ha acconsentito per l’erogazione della vincita di 7,3 milioni di sterline tramite bonifico bancario.

Ma sul suo conto ne è comparso solo 1 nei giorni scorsi, quelli che aveva puntato di tasca propria, cosa che ha fatto imbestialire Ivey che ha voluto vederci chiaro.

Ma ci sarebbe poco da capire visto che il casinò si è trincerato dietro un’indagine segnalata alla Gambling Commission inglese per capire se la vincita sia arrivata regolarmente o ci sia sotto qualche truffa. I gestori del casinò Genting se la sarebbero presa anche con la donna in compagnia di Ivey che, secondo loro, avrebbe avuto qualche problema con altri casinò sparsi nel mondo. Ma non ci sono prove certe e prima o poi l Crockfords dovrà prendersi le sue responsabilità o provare che c’è stata qualche irregolarità.

Qualche domanda ad Ivey è arrivata durante le Wsope di Cannes ma il player non ha voluto rispondere per “non perdere la concentrazione al tavolo”.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.