Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Player 12enne inglese svuota la carta di credito del padre al poker online

“E’ così facile, anche per un ragazzino di 12 anni, aprire un conto gioco e versare denaro?”. E’ lo sfogo del padre di Declan, il 12enne bambino inglese che ha speso ben 7,000 sterline giocando a poker online in un sito del Regno Unito.

Declan pare abbia scoperto il poker online attraverso degli amici a scuola e scaricando un software gratuitamente. All’inizio Declan ha giocato con soldi virtuali e non succedeva niente. Tuttavia deve aver compreso che il brivido del gioco si debba provare solo versando soldi veri e lo ha subito provato a fare soffiando la carta di credito al padre.Detto fatto, Declan ha preso il via. Ha iniziato a vincere per poi perdere ed esaurire il plafond della carta del padre che si è accorto solo quando non funzionava più che qualcosa doveva essere successo.

Lo stupore del padre di Declan, che ha poi dovuto rientrare di 7,000 sterline spese dal figlio, è di come possa essere stato semplice per il figlio, seppur alquanto arguto, prendere una carta e versare e giocare tranquillamente a poker.

Un allarme, quello del gioco minorile e giovanile in Uk, che tocca 60,000 soggetti.

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.