Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker e scacchi – Jeff Sarwer all’EPT

Non è il primo scacchista, il canadese Jeff Sarwer, ad avere successo anche nel poker. Un bambino prodigio degli scacchi, Jeff ha vinto ad otto anni il campionato mondiale Under 10. Di recente ha cominciato a giocare a poker, ed è arrivato terzo all’EPT di Villamoura e decimo a Varsavia. Sulle analogie tra i due giochi ha parlato in un’intervista all’ept di Praga.

“In entrambi i giochi”, dice, “è fondamentale stare attenti ed ottenere informazioni sugli avversari, e pensare un po’ di mosse più avanti. Cercare di capire cosa sta pensando l’avversario e come si sente. Di sicuro oltre un certo livello c’è molto meta gioco anche negli scacchi. Anche negli scacchi, inoltre può capitare di finire intrappolati in qualche tattica meno ovvia, per quanto uno stia concentrato e pensi in avanti. Se si gioca in modo troppo diretto si finisce per perdere.”

Sostiene anche che molti scacchisti tendono a giocare troppo chiusi e tecnici nel poker. “Ultimamente mi sono aperto ed ho cominciato ad essere più aggressivo. È nel mio carattere.”

 

fonte: http://www.pokerlistings.com/chess-prodigy-checkmates-ept-37783

 

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.