Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker e Tasse – Parte II

La Finlandia è non solo all'interno dell'Europa, ma in tutto il mondo un vero modello al quale dovrebbero ispirarsi le maggiori democrazie occidentali, tra i primi posti al mondo per quanto riguarda corruzione ed evasione fiscale, pressoché inesistenti.

I finnici hanno molto da insegnarci, hanno fatto della equità sociale un loro principio portante e non sono tra i primi al mondo grazie a particolari mezzi per contrastare quei fenomeni.

Semplicemente si tratta di un popolo culturalmente educato a far funzionare le proprie coscienze per il bene della collettività. Sono i singoli individui che vigilano sulla rettitudine delle proprie azioni e su quelle di chi sta vicino. Non a caso tutte le dichiarazioni dei redditi sono assolutamente consultabili, al fine di scoraggiare il furbetto di turno dal fare il parassita della società, sicuro di non poter sperare nella complicità di nessuno.

In Finlandia le multe si pagano in base al proprio reddito, e visto che le dichiarazioni dei redditi non sono delle vere sorprese, come spesso capita da noi, la persona in contravvenzione sarà costretta a pagare una penalità in proporzione alle proprie possibilità contributive.

Se si tratta di persone molto facoltose, una singola contravvenzione per violazione del codice stradale può arrivare a costare fino a centomila euro!

Quando le leggi sono eque non conviene a nessuno violarle.

In Finlandia le imposte sul reddito sono nettamente più basse che in Italia a fronte di una quantità e qualità dei servizi esponenzialmente superiore alla nostra, sembra automatico, troppo facile se tutti pagano il dovuto e ognuno fa il suo dovere no?

Per quanto riguarda le vincite al gioco la situazione è abbastanza semplice.
I giocatori non sono tenuti al pagamento di alcunché per vincite le vincite nazionali.
Stessa cosa per le vincite conseguite all'interno della comunità europea, sia per i punti fisici che per i siti online i cui server hanno sede in un paese membro.

Perché questa impostazione? Molto semplice, si tratta di un allineamento alle normative europee che comportano impliciti accordi contro le doppie tassazioni per i paesi membri.

In tutti i paesi membri gli operatori del gioco pagano le tasse in base a dei parametri che possono variare da stato a stato e le eventuali ritenute a carico del giocatore sono sempre trattenute alla fonte.

Una volta che uno degli stati membri dove è stata effettuata una giocata è in regola con la tassazione della stessa, il fisco finlandese non perde tempo nel vessare i suoi cittadini andando a chiedere un ulteriore prelievo fiscale, poiché andrebbe contro i trattati firmati dal proprio governo.

Quindi ancora una volta possiamo portare un esempio di coerenza ed equità che può aiutarci a trarre un esempio da quello che succede oltreconfine.

La situazione della Finlandia è proprio quella che più dovrebbe presa in considerazione dal fisco nostrano. Il nostro governo ha firmato gli stessi trattati di respiro comunitario e la nostra ADE dovrebbe quantomeno prendere atto che il proprio ruolo è quello di far rispettare le leggi e non racimolare più denaro possibile violando i diritti dei proprio contribuenti.

Io ho una proposta da fare e conoscendo bene quanto è difficile nel nostro paese far recepire a livello legislativo qualcosa del genere ho pensato anche a come potrebbe essere messa in pratica senza particolari stravolgimenti tecnici.

Fonte: SisalPokerLab

Commenta l'articolo sul Forum

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.