Il gioco è vietato ai minori di anni 18.
Giocare troppo può causare dipendenza patologica.

Poker live e fisco: la chiave della difesa di Della Monica è HendonMob

“Ho chiesto di partecipare alla riunione della Camera di Consiglio dove si discuteva il mio ricorso contro la cartella esattoriale generata dall’operazione del progetto ‘All in’ dell’Agenzia delle Entrate e mi sono difeso personalmente.Ora dovremo aspettare un mese per avere la pronuncia definitiva, le sensazioni sono buone anche perché tutto si fonda su notizie non certe (i risultati del sito The HendonMob, ndr) ed è stato questo il perno della mia difesa presso la Commissione Tributaria”.

Marco Della Monica, professional poker player e dottore commercialista ha discusso stamattina il suo ricorso nella Commissione Tributaria Provinciale della Campania che aveva in programma oggi la camera di consiglio del suo ricorso. Come tanti players Della Monica, 64esimo della money list italiana con una miriade di piazzamenti a premio, è stato toccato dal progetto ‘All in’ che ha come l’obiettivo di colpire tassandole, le vincite ottenute all’estero dai contribuenti italiani.

Ma il player salernitano era davvero un osso duro per l’Ade: esperto poker player tra i primissimi a praticare questa disciplina in Italia e anche commercialista.

Non a caso ha preteso un confronto diretto coi giudici: “Il ricorso di solito viene discusso in segreto tra i giudici ovviamente in Camera di Consiglio. Io ho presentanto un’istanza per avvalermi della possibilità di difendermi verbalmente e così è stato – spiega Della Monica – ho specificato che si trattava di poker dal vivo e non online e che il contribuente, per pagare le tasse, vorrebbe anche dichiarare le spese e che la vincita al casinò è solo un momento dell’evento. I soldi poi possono essere spesi o persi nella stessa sera”.

Ma il punto centrale è da dove è partita l’azione: “Ho spiegato al Relatore che l’accertamento citava come fonte Hendonmob. Si tratta di una fonte aperta e quindi non certa mentre un accertamento va verificato con i controlli sui conti in banca e nelle transazioni dei casinò, ad esempio (azioni mai effettuate come hanno confermato su queste pagine sia casinò esteri che Hendonmob stesso, ndr). Se un personaggio famoso compare con una barca in tv e la Finanza vuole verificare i suoi redditi non basta di certo un’immagine. Altrimenti le indagini partirebbero tutte da Novella2000”, spiega serenamente Della Monica.

Inotlre sarebbero inadeguati anche gli articoli 67 e 69 del Tuir (Testo unico sulle imposte e sul reddito) sui quali si incentrano le cartelle esattoriali.

Senza imboccare la via dell’Europa e del divieto di discriminazione di un cittadino europeo e del divieto di doppia imposizione per le vincite in casinò europei, Della Monica si è fermato alla fonte dell’azione accertativa e ribadisce: “Doveva essere solo un input e non la fonte sulla quale incentrare un’azione che in questi termini sembra non avere le fondamenta sufficienti”.  

Cbet

Continuationbet nasce nel 2007 con lo scopo di offrire ai propri utenti gli strumenti necessari per migliorare le priprie abilità nel gioco del poker online e fornire promozioni e bonus esclusivi. Seguici anche sul primo poker online forum italiano.